Are you the publisher? Claim or contact us about this channel


Embed this content in your HTML

Search

Report adult content:

click to rate:

Account: (login)

More Channels


Showcase


Channel Catalog


older | 1 | .... | 225 | 226 | (Page 227) | 228 | 229 | .... | 324 | newer

    0 0

    Continua la morsa di Caronte, con l’afa che seguita a fare capolino sulla capitale. E così dopo il caldo asfissiante di questi ultimi giorni a Roma, tra oggi e domani, si raggiungerà il picco dell’estate 2013: 40 gradi. Il più temibile degli anticicloni africani sta per provocare una tra le più imponenti ondate di caldo degli ultimi 10 anni, che metterà a dura prova sia i romani sia i turisti. Per questo l’amministrazione di Roma Capitale e quella della Regione stanno lavorando in sinergia, con l’aiuto dell’Ares 118 e della Protezione Civile.

    MARINO - "Si tratta di una situazione davvero eccezionale. In alcuni momenti il termometro è arrivato a toccare i 42 gradi". Così il sindaco di Roma Ignazio Marino su SkyTg24. "Temperature che possono essere pericolose soprattutto per persone anziane che hanno patologie croniche - spiega - Per questo il Comune sta distribuendo in questi giorni decine di migliaia di bottigliette d'acqua ed abbiamo aumentato, in sinergia con le strutture della Regione Lazio, i luoghi dove può essere assistito chi sta male. Ne abbiamo aggiunti altri tre ad Ostia e tre nel centro della citta'". "Abbiamo diversi servizi attivi come il Pronto nonno - aggiunge Marino - e una sala operativa aperta 24 ore su 24 che si può chiamare attraverso un numero verde 800440022 sia per emergenze che per avere informazioni, ad esempio quali sono le farmacie aperte in citta'".

    A SAN BASILIO IN BICICLETTA - Il sindaco ha poi raccontato: "Ieri, dal Campidoglio siamo andati a San Basilio in bicicletta: abbiamo controllato che sono 44 chilometri. L'ho fatto molto volentieri perchè volevo andare a trovare gli operatori del 118 che, con spirito di sacrificio anche perché il personale è inferiore a quello che servirebbe, stanno aiutando la popolazione con ambulanze fisse in alcuni posti che si spostano in caso di interventi a domicilio". Marino ha aggiunto: "Sono voluto andare nel luogo da cui è partita l'ambulanza per raggiungere il quartiere di San Basilio, alcune settimane fa, quando, come molti ricorderanno, nella circostanza di un intervento assistenziale, il personale è stato letteralmente trascinato fuori dall'ambulanza e selvaggiamente picchiato. Ad uno degli infermieri - ha ricordato Marino - è stata spezzata la clavicola con un calcio. Sono azioni davvero incivili che vanno condannate mentre da parte del sindaco va ricordato quanto sia essenziale questo tipo di servizio".

    I CONSIGLI - E non bisogna dimenticare che ci sono alcuni accorgimenti da adottare, soprattutto per gli anziani e bambini. “Prima di tutto - spiega Fabio D’Andrea, presidente Romamed - è fondamentale bere molta acqua ed evitare bevande eccessivamente zuccherate, a base di caffeina o alcolici. Uscire di casa solo nelle ore più fresche stazionando all’ombra o in luoghi ventilati; utilizzare abiti leggeri di colore chiaro e creme solari protettive. Chi rimane in casa invece, può rinfrescarsi con bagni o docce e, in caso di persone allettate, si può ricorrere alle classiche frequenti spugnature di acqua fresca.


    0 0

    Ladri nella casa al mare del presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, a Capalbio Scalo. Lo scrivono su Il Messaggero Marco Feliziani e Alessia Marani. "Mentre Zingaretti, la moglie e le due figlie dormivano - si legge sul quotidiano - i soliti ignoti sono entrati da una finestra lasciata aperta per il caldo e hanno cercato di arraffare tutto ciò che era a portata di mano. Poi sono entrati anche nei villini vicini. Una raffica di colpi. Infine, la fuga, a bordo di due Mercedes, un Classe B rubata nel comprensorio e una Slk rubata una settimana fa a Campagnano Romano e usata per raggiungere la Toscana, lungo la statale Aurelia in direzione di Civitavecchia. I ladri sono stati intercettati dai carabinieri di Tuscania all'altezza di Montalto di Castro, e ne è nato un inseguimento rocambolesco: messi alle strette, uno dei due ladri ha mollato la Classe B per salire a bordo della più potente Slk. Ed è in questo momento che i carabinieri hanno esploso un colpo, sparato alle gomme della Mercedes che, con una ruota a terra, ha potuto proseguire la sua folle corsa solo per un altro chilometro. I due sono stati, quindi, costretti ad abbandonare la berlina e a dileguarsi a piedi. I carabinieri sarebbero sulle loro tracce".

    Zingaretti non si sarebbe accorto di nulla: "Dormivamo - ha raccontato - questa mattina poi i carabinieri ci hanno riconsegnato tutto. A me avevano rubato un Ipad". "Oltre alle due auto che da sole hanno un valore di circa 100mila euro, i carabinieri di Tuscania hanno recuperato due Rolex, alcuni tablet e pc rubati - prosegue il quotidiano - Quattro i colpi che avrebbero messo a segno a Capalbio Scalo nella notte; località dove il presidente della Regione ha un appartamento in un residence. Quello in casa di Nicola Ziingaretti è solo l'ultimo di una lunga serie di colpi messi a segno nelle case di personaggi pubblici. Nel mirino dei topi di appartamento infatti sono finiti nei giorni scorsi anche il ministro Di Girolamo, l'attore Leopoldo Mastelloni e il cantante Gigi D'Alessio con la compagna Anna Tatangelo. Con un'incursione anche nell'abitazione della famiglia Fendi".


    0 0

    Un 51enne motociclista si è schiantato questa mattina intorno alle 10.35 sul Grande Raccordo Anulare in carreggiata esterna al chilometro 18+200. Trasportato in codice rosso all'ospedale Sant'Andrea, dopo circa un'ora è morto. Sul posto sono intervenuti gli uomini della Polstrada di Settebagni e i pompieri: la moto infatti è poi andata in fiamme. Nessun altro mezzo coinvolto nell'incidente: per cause da accertare il 51enne avrebbe perso il controllo del mezzo.

    (Foto di Giordano Pennisi)


    0 0

    Si sono “incrociati” in via Sandulli, a San Basilio. Lei era in cammino verso casa, mentre lui “girovagava” nei pressi di un parco giochi dove viveva all’interno di una baracca. E’ passata da poco mezzanotte quando al “113” giunge una segnalazione di grida di una donna provenienti da un garage condominiale.

    L'IDENTIKIT - Sul posto sono state immediatamente inviate dalla Sala Operativa della questura due volanti. Gli agenti hanno trovato la ragazza – una 22enne romana – che ha raccontato di essere da pochi attimi riuscita a divincolarsi dal suo aggressore. In stato di shock per quanto appena accaduto, peraltro con una evidente ferita sul volto, è riuscita comunque a fornire ai poliziotti una descrizione dell’uomo.

    L'ARRESTO - Affidando nell’immediato la giovane vittima alle cure del padre – appena arrivato – hanno effettuato una battuta in zona seguendo la via di fuga indicata dalla ragazza. Proprio nei pressi di questo parco giochi vi era una costruzione di fortuna con all’interno due giovani, uno dei quali ha cercato di nascondersi, evidentemente per non essere individuato dai poliziotti. Immediatamente controllato, è stato poi riconosciuto dalla vittima come l’ autore dell’aggressione nei suoi confronti. In sede di denuncia negli uffici di Polizia la giovane ha raccontato, suo malgrado, la vicenda. Dopo essere stata avvicinata è stata costretta e trascinata con la forza sotto un garage condominiale; l’uomo ha cercato di spogliarla costringendola ad un rapporto sessuale ma dopo una colluttazione era riuscita a liberarsi gridando e scappando in strada. Identificato per A.C.C. – cittadino rumeno di 25 anni – l’uomo è stato arrestato per i reati di tentata violenza sessuale e sequestro di persona.


    0 0

    Una madre e i suoi due figli, di 17 e 8 anni, sono stati travolti da un'auto sul lungomare di San Felice Circeo (Latina). E' successo ieri sera. Un uomo di 47 anni, probabilmente ubriaco, ha perso il controllo della vettura e ha investito la famiglia che stava camminando sul lungomare. Per la donna la prognosi è di venti giorni, mentre sono più gravi le condizioni dei due figli. Il 17enne è stato ricoverato all'ospedale Santa Maria Goretti di Latina, il fratellino invece è stato ricoverato a Roma: entrambi sono in prognosi riservata. Sul luogo dell'incidente sono intervenuti i carabinieri. L'automobilista, si apprende dai militari, si è rifiutato di sottoporsi all'alcoltest e sarà denunciato. Già in precedenza all’uomo era stato ritirato il documento di guida sempre per problemi di alcool.


    0 0

    Lasciano il camper sulla via Litoranea per un ultimo tuffo in mare prima della partenza e al ritorno trovano il mezzo svuotato e il cane morto. E' quanto accaduto ieri a una famiglia di turisti francesi da tre giorni in vacanza ad Ostia. "E' successo ieri pomeriggio - racconta Valentino Zambon, titolare del Camping Internazionale di Castelfusano - quando la famiglia di Tolosa, un bambino di dieci anni con i genitori e la nonna, dopo aver pagato il conto dei tre giorni di soggiorno è uscita dal campeggio e ha deciso di fare un bagno prima della partenza. Avevano parcheggiato sulla via Litoranea, ma al loro ritorno alle 18 circa hanno trovato il camper svuotato di tutto: vestiti, soldi, documenti, biciclette, hanno rubato persino le medicine e il gruppo elettrogeno. Ma lo shock più grande è stato trovare morto il loro cane, un cucciolo di bulldog inglese. Abbiamo chiamato il 118 e un'ambulanza li ha trasportati al Grassi per accertamenti. E' intervenuta la polizia di Ostia che ha portato anche cibo e indumenti per la famiglia. Ora stanno bene e per il momento sono nostri ospiti; domani andranno in ambasciata per ottenere dei documenti provvisori. Era la prima volta che visitavano Roma e certo non ne avranno un buon ricordo". E' la quinta volta negli ultimi duemesi, racconta ancora il titolare, che i ladri si sono introdotti nel campeggio.


    0 0

    Pizzicato dagli agenti ancora con i guanti indossati e la pistola infilata nella cintola dei pantaloni. Si tratta di un romano di 34 anni, F.V., che ieri sera, armato di pistola, dopo aver rapinato il supermercato di via Maurolico, nella zona di San Paolo, ha ingaggiato una colluttazione con il direttore del supermercato che alla fine è anche riuscito a strappagli di mano la busta di soldi appena sottratta.

    L'ARRESTO - È stato lo stesso direttore a chiamare il 113 e a dare l’allarme, fornendo, nel contempo, anche la via di fuga del malvivente. Il tempestivo intervento di una pattuglia del reparto volanti, giunta nei pressi dopo pochi istanti, ha consentito agli agenti di intercettare il rapinatore in piazza Enrico Fermi e di bloccarlo mentre tentava di disfarsi dei guanti in lattice usati durante la rapina. Controllato è stato trovato in possesso anche dell’arma. Una replica priva del tappo rosso.

    CASILINO - E per rapina impropria è stata arrestata anche una giovane rom che ieri pomeriggio, insieme ad altre due complici, ha tentato di ripulire un supermercato di via Torrespaccata al Casilino. È stato un agente di Polizia, libero dal servizio, a dare l’allarme al 113 e a bloccare le tre donne che, dopo aver nascosto numerose confezioni di generi alimentari sotto i vestiti, si sono presentate alla cassa pagando solamente un piccolissima parte della merce. Quando l’equipaggio di una pattuglia del Reparto Volanti è giunta sul posto, le tre giovani, di cui una minorenne, sono state identificate e portate negli uffici del Commissariato Casilino.

    ALTRE PERSONE IN MANETTE - Al termine degli accertamenti, G.E, rumena di 22 anni, che nel tentativo di darsi alla fuga aveva ingaggiato una colluttazione con una delle commesse del supermercato, è stata arrestata per il reato di rapina impropria. Furto aggravato invece l’ipotesi di reato dell’altra rom arrestata, mentre la minore è stata denunciata e riaffidata ai genitori. Nella rete dei controlli della Polizia sono finite altre 3 persone tutte arrestate. Si tratta di un brasiliano di 29 anni, rintracciato dagli agenti del Commissariato San Paolo, che da un controllo al terminale è risultato avere un ordine di carcerazione a carico per espiare una pena di un anno e 5 mesi e di due persone che per sottrarsi ai controlli hanno oltraggiato gli agenti.


    0 0

    Un uomo di 75 anni di Roma, è morto mentre faceva il bagno insieme alla moglie a Castiglione della Pescaia (Grosseto) dove trascorreva le vacanze da anni. E' stata la donna ad accorgersi che qualcosa non andava: alcuni bagnanti lo hanno portato a riva ma l'uomo è morto poco dopo a causa, probabilmente, di un infarto. Inutile l'intervento dell'elisoccorso Pegaso.


    0 0

    Scontro mortale oggi pomeriggio alle 18 circa sulla via Casilina a Villa Santa Lucia. Nell’impatto tra una Yaris e una Classe A, hanno avuto la peggio due coniugi che erano appena usciti di casa a bordo dell’utilitaria. L’uomo, Germano Pinchera, 70 anni è morto sul colpo, la moglie, Annamaria Pannone, 64 anni è deceduta nell'ospedale di Cassino. Sul posto si sono recati i vigili del fuoco e i carabinieri della compagnia di Cassino. Il guidatore della mercedes è un 35enne di Roccasecca rimasto ferito a sua volta ma in condizioni non serie.


    0 0

    Nella giornata di oggi sono divampati due incendi di vaste proporzioni che hanno interessato le zone di Tragliatella in provincia di Roma e nel Comune di Itri, in provincia di Latina. A coordinare le operazioni di spegnimento è stata la Soup (Sala Operativa Unificata Permante), che opera presso la Regione Lazio.

    Il rogo più complesso ha riguardato la zona di Tragliatella, dove sono stati impiegati due elicotteri e sette squadre di volontari di Protezione Civile della Regione Lazio, due squadre e l’elicottero “Drago” dei Vigili del Fuoco e una pattuglia del Corpo Forestale dello Stato. L’incendio è ora sotto controllo e si sta provvedendo alla “bonifica” della zona che sarà monitorata per tutta la notte. La zona di Latina, in particolare nel Comune di Itri, è stata interessata invece da un altro incendio, fenomeno che si sta ripetendo purtroppo da più giorni nello stesso territorio.


    0 0

    Verrà inaugurato sabato 3 agosto il progetto di pedonalizzazione dei Fori Imperiali. Per l'occasione il Comune ha organizzato la "Notte dei Fori", che verrà presentata stamattina alle 12.30, presso la Sala Protomoteca del Campidoglio dal sindaco di Roma Ignazio Marino. Nel corso della conferenza stampa saranno illustrate le iniziative culturali previste per la serata. Parteciperà l'assessora alla Cultura Flavia Barca. L'evento sarà una sorta di 'Notte bianca dei Fori', tra musica, arte e cultura dedicata anche a Renato Nicolini, il padre dell'Estate Romana, scomparso il 4 agosto 2012.

    LA MOBILITA' - Da sabato, quindi, sarà attivato il senso unico in direzione Colosseo di via Nicola Salvi e via degli Annibaldi, il senso unico in via Labicana in direzione di via Merulana e, in viale Manzoni, tra via Merulana e via Emanuele Filiberto. Anche il Tpl subirà delle modifiche.

    REFERENDUM E QUESTIONARIO - Una decisione, la pedonalizzazione dei Fori, promessa in campagna elettorale da Marino, ma fortemente contrastata dal centrodestra. Che ha anche promosso un referendum, per il quale verranno raccolte le firme sabato dalle 10 alle 13 in Largo Leopardi. Il Comune, invece, ha lanciato nei giorni scorsi un questionario su Facebook. Funziona così: l'utente, dopo aver lasciato i suoi dati personali (sesso ed età), deve rispondere a una serie di domande a risposta multipla, relative alla zona di residenza, a quella nella quale lavora e alla frequenza con la quale transita in via dei Fori Imperiali e il mezzo di trasporto usato per farlo. Successivamente si passa alle pagine successive nelle quali viene chiesto se si conosce il progetto di pedonalizzazione, quali sono le criticità che potrebbe risolvere e quanto il suo grado di apprezzamento. Infine viene chiesto all'utente di dare dei suggerimenti o di avanzare delle proposte in merito allo stop al traffico privato nel tratto di via dei Fori Imperiali.


    0 0

    La Roma è atterrata questa mattina in Kansas City, per la prima tappa estiva che la porterà dopo gli States, fino in Canada. Con il gruppo è partito anche Osvaldo, il "ribelle" delle cui qualità Garcia si sta via via convincendo, ma che tra rifiuti di club minori e offerte ancora non all'altezza si avvicina a un'imprevibile conferma. Dopo 72 ore dallo sbarco negli Usa i giallorossi saranno impegnati nella prima amichevole contro le stelle della Major League Soccer in occasione dell'Mls All-Star Game 2013. Per presentare l'incontro in conferenza stampa andranno Garcia, il capitano Totti, e il centrocampista statunitense Bradley.

    A CASA DI PALLOTTA- Dopo il test contro Henry e Di Vaio, la Roma si trasferirà quindi a Boston, dove si allenerà dal 1 al 5 agosto. Terminata la visita a casa del presidente Pallotta, la squadra volerà in Canada per l’appuntamento del 7 agosto fissato col Toronto. L'ultimo impegno negli States sarà invece di lusso: il 10 agosto, al Robert F. Kennedy Stadium di Washington Totti e compagni sfideranno il Chelsea di Mourinho, per poi fare ritorno nella Capitale il giorno successivo.

    IL MERCATO- Ad attenderli in Italia l'ad Fenucci (che sarà oggi a Milano per il sorteggio dei calendari del nuovo campionato) e il ds Sabatini, impegnato sul fronte del mercato. Oltre a dover trovare l'intesa con Preziosi per lo scambio col Genoa tra Borriello (non convocato per gli States) e Gilardino, e quella con l'Arsenal per l'acquisto di Gervinho (previsto un nuovo viaggio a Londra per la fine della prossima settimana), il ds dovrà parlare con l'Inter per affrontare il discorso Marquinho. I nerazzurri, visto lo stop della trattativa con la Juventus per Isla, hanno infatti avviato i contatti con la Roma per il brasiliano, che potrebbe trasferirsi a Milano.


    0 0

     Tutto pronto per la presentazione del calendario della Serie A Tim 2013-2014 in programma questa sera (ore 18,45) negli studi di Sky. Il campionato partirà sabato 24 agosto per concludersi il 18 maggio.

    I CRITERI- Nella compilazione del calendario saranno rispettati i seguenti criteri: per le sequenze di incontri in casa e in trasferta nelle ultime quattro giornate le gare in casa sono perfettamente alternate a quelle in trasferta; non vi possono essere più di due coppie di incontri consecutivi in casa e/o in trasferta per girone; nel caso in cui vi siano due coppie di incontri consecutivi in casa e/o in trasferta, una coppia di incontri deve necessariamente essere in casa e l'altra in trasferta inoltre è prevista alternanza assoluta degli incontri in casa ed in trasferta per le seguenti coppie di società: Cagliari-Udinese, Chievo-Hellas Verona, Genoa-Sampdoria, Inter-Milan, Juventus-Torino, Lazio-Roma e Parma-Sassuolo. In tutti i casi in cui ciò è stato possibile, si è tenuto conto delle situazioni di indisponibilità del campo e/o di concomitanza con altri eventi cittadini di speciale rilevanza. Nelle città che presentano due società in Serie A Tim (Genova, Milano, Roma, Torino e Verona), l'ordine di esordio in casa è invertito rispetto al Campionato 2012-13. Le società che, nel Campionato di Serie A TIM 2012-13, hanno disputato fuori casa l'ultima gara giocano in casa l'ultima partita.

    I TURNI INFRASETTIMANALI- Per gli abbinamenti delle società al fine di determinare i singoli incontri: nei turni infrasettimanali non sono possibili incontri tra le Società Inter, Juventus, Milan, Napoli e Roma, né i derby cittadini di Genova, Roma, Torino e Verona; i derby cittadini di Genova, Milano, Roma, Torino e Verona non sono possibili né alla prima né all'ultima giornata e si effettuano in giornate diverse fra loro; salvo quanto indicato al punto b) che precede, non sono previste "teste di serie", per cui tutte le Società possono incontrarsi anche alla prima o all'ultima giornata; non vi può essere alcun incontro ripetuto (stessa partita alla stessa giornata) rispetto ai Calendari 2011-12 e 2012-13.

    PRIMA E ULTIMA GIORNATA- Nella prima giornata non possono incontrarsi tra loro, indipendentemente dall'ordine casa/trasferta, Società che si sono già incontrate nella prima giornata dei Campionati 2011-12 o 2012-13; nell'ultima giornata non possono incontrarsi tra loro, indipendentemente dall'ordine casa/trasferta, società che si sono già incontrate nell'ultima giornata dei Campionati 2011-12 o 2012-13; le società partecipanti alla Uefa Champions League non incontrano le Società partecipanti alla Uefa Europa League nelle giornate poste tra un turno di Uefa Europa League che prevede gare al giovedì e un turno successivo di Uefa Champions League (sesta, nona, 13esima e 16esima giornata). 


    0 0

    Lo scudetto della sabbia del SuperEight si tinge di biancoceleste. Finisce, infatti, sulle maglie della Lazio, che superano la Roma nella finale che vale doppio. È terminato 6-4 per i biancocelesti l'ultimo atto del torneo, vero e proprio remake della finale della Coppa Italia di calcio. Medaglia di bronzo per l'Udinese, new entry del campionato, che ha battuto ai rigori la Romagna, quarta classificata. Tra i premiati di quest'edizione, oltre a Carotenuto miglior marcatore, anche Andrea Della Casa e Matteo Costa, entrambi dei Cavalieri del Mare, la squadra quinta classificata, premiati rispettivamente come miglior esordiente e come miglior portiere.

    LA STELLA- Al Matteo Valenti Beach Stadium di Viareggio, il sodalizio biancoazzurro ha battuto i “cugini” romanisti nella finale scudetto che assegnava il tricolore del beach soccer. Nelle file laziali ha brillato, tra gli altri, Diego Armando Maradona junior, che in questa disciplina è arrivato fino alla maglia azzurra, con tanto di gol nella finale mondiale contro il Brasile che l'Italia perse nel 2008 ai Mondiali sulla spiaggia del Prado di Marsiglia. A segnare per la Lazio, arrivata fino sul 6-1 prima di subire il parziale "ritorno" dei romanisti, sono stati Pampero Sarandi, Leo, Pasquali (2), Gabriel e Ietri. Per la Roma a segno "Boom Boom" Carotenuto (2), Roberti e Juninho.


    0 0

    Il corpo di un uomo privo di vita è stato trovato questa mattina nei pressi del cantiere limitrofo al binario 10 della Stazione Termini. Dai primi accertamenti sembrerebbe essere un cittadino brasiliano, apparentemente un transessuale.

    Al momento gli investigatori non escludono alcuna ipotesi sulle cause della morte, compresa quella di un omicidio. Sul corpo e sul volto dell'uomo sono state infatti trovate diverse ferite che fanno pensare ad un probabile pestaggio.

    Sul posto, sulla base di una segnalazione giunta alle 8.55, personale della Polfer, della Squadra Mobile e della Polizia Scientifica per i rilievi del caso.


    0 0

    Dopo tre giorni di riposo la Lazio è tornata ad allenarsi a Formello insieme anche ai nazionali. Archiviato il ritiro di Auronzo i biancocelesti a Formello preparano le prossime amichevoli contro Siena e Panathinaikos. Riscaldamento ed esercizi di possesso palla prima della partitella finale. In gruppo anche Biglia e Cavanda.

    I NAZIONALI- Hanno lavorato anche al mattino Gonzalez, Hernanes e Candreva, chiamati a mettersi al passo con i compagni dopo il "supplemento" di vacanze per gli impegni con le nazionali alla Confederations Cup. Fisioterapia per Pereirinha e Onazi.


    0 0

    Il clima è rovente in via Cardinal Sanfelice, dove un centinaio di persone, tra cui una delegazione appartenente alla comunità ebraica, sono radunati sotto la finestra della casa dove il criminale nazista Erich Priebke sta scontando i domiciliari e dove oggi vuole festeggiare il suo centesimo compleanno.

    Verso le 11.30 il nipote è arrivato davanti al cancello con una bottiglia di champagne in mano, mostrandola provocatoriamente. Subito si sono accesi gli animi, la polizia schierata a presidio dell'ingresso lo invita ad allontanarsi, mentre viene portarto via con la forza, l'uomo colpisce violentemente una donna con la mano libera.

    "Assassino, maledetto da Dio, vattene merda, vergogna bastardo, venduto fai schifo, sei come lui", urlano e si accalcano davanti al cancello della casa, rivolgendosi, all'avvocato di Priebke, Paolo Giacchini, i poliziotti intanto indossano i caschi, questo gesto provoca polemiche: "Ci stavate pure voi alle Fosse Ardeatine", "Noi siamo brava gente a differenza vostra, non facciamo nulla".

    SVASTICHE DAVANTI ALLA SEDE DELL'ANPI - E proprio stamattina sono apparse scritte inneggianti al criminale nazista e svastiche all’esterno della sede dell’Anpi nazionale a Roma. "Sono il solito vile atto di chi ancora non cede di fronte all’unica e sacrosanta verità della storia: il nazismo e il fascismo furono esclusivamente regimi sanguinari che hanno portato l’orrore della guerra e dell’odio razziale in tutta Europa e oltre - scrive in una nota l'Anpi -  proseguiremo, senza farci intimidire da alcuno, nel nostro quotidiano impegno di promozione dei valori di giustizia, pace, libertà e democrazia che hanno animato la Resistenza e riconquistato il Paese alla civiltà".

    CONCLUSO SIT IN CON UNA PREGHIERA - "Tra le vittime delle Fosse Ardeatine c'erano 26 minorenni, 12 membri delle forze dell'ordine, un sacerdote: don Pietro Pappagallo", ricorda Ruben Della Rocca, responsabile delle relazioni esterne della comunità ebraica dopo aver letto al megafono, uno per uno, i nomi delle 335 vittime delle Fosse Ardeatine "uccise anche dalle mani di Priebke. Lui può festeggiare il suo centesimo compleanno, le sue vittime no, italiani dove siete? L'eccidio delle Fosse è un lutto nazionale, solo 75 nomi appartengono ad ebrei". Dopo la lettura , il rabbino Vittorio Della Rocca legge una preghiera conclusiva. A chi gli chiede se, secondo lui, sia giusto che Priebke sconti i domiciliari a Roma, da ebreo amante delle tradizioni, risponde con un'altra domanda: "ma se lei avesse l'appendicite, perché va all'ospedale? Per togliersi l'appendicite, e poi che ci fa? Se la coltiva?", fuori di metafora, ciò significa che "certa gente andrebbe eliminata, non nei campi di concentramento -conclude il rabbino - ma nelle celle dove si non puo' nemmeno respirare, perché queste persone non sono degne di essere chiamate 'uomini'".


    0 0

    Dal 1988 nel Lazio sono stati cancellati quarantuno chilometri di costa. Oggi, su un totale di 329 km, da Minturno a Montalto di Castro, ben 208 risultano essere trasformati ad usi urbani e infrastrutturali, ossia oltre il 63%. E il boom del cemento non accenna a diminuire con il rischio di far scomparire per sempre le bellezze naturali della regione. È quanto evidenziato oggi dalla Goletta Verde, la campagna di Legambiente impegnata per la difesa del mare e delle coste italiane, durante la presentazione del dossier "Il consumo di suolo nelle aree costiere italiane. La costa laziale, da Minturno a Montalto di Castro: l’aggressione del cemento ed i cambiamenti del paesaggio".

    Legambiente lancia la proposta di bloccare le espansioni degli strumenti edilizi, fissare un vincolo di inedificabilità assoluta per tutte le aree costiere ancora libere dall’edificato di almeno un chilometro dal mare, approvando subito un piano paesaggistico e chiedendo al contempo di procedere con l’abbattimento delle opere abusive, in particolare nei 23 Comuni costieri dove nel 2009 stati commessi complessivamente ben 2.379 manufatti realizzati senza alcuna autorizzazione.

    LE COSTE MANGIATE DALLE SECONDE CASE - Lo studio di Legambiente ha analizzato la costa laziale in un arco di tempo che va dal 1988 al 2011. Grazie alla sovrapposizioni delle foto satellitari è stato possibile fare un raffronto con quella che era l’occupazione della costa all’epoca e come si è evoluta nei 23 anni presi in esame. Malgrado i vincoli imposti sia legge 'Galasso', sono stati cancellati 41 km di costa, cioè il 20% dell’intera urbanizzazione esistente, in gran parte a favore di nuove seconde case, ville e palazzi, per l’espansione di alcuni agglomerati che si susseguono lungo la costa, e per attività turistiche

    E DALLE INFRASTRUTTURE - Rilevanti sono anche le opere infrastrutturali realizzate, come il nuovo Porto di Ostia e gli ampliamenti realizzati a Civitavecchia, mentre sono diversi i progetti di nuove infrastrutture portuali che riguardano Fiumicino, Anzio, Formia, San Felice Circeo, Gaeta. Nel dettaglio, su un totale di 329 km, da Minturno a Montalto di Castro, ben 208 risultano essere trasformati ad usi urbani e infrastrutturali, ossia oltre il 63%. Più precisamente, 59 km sono occupati da porti, attività industriali, opere infrastrutturali. Mentre la parte occupata dalle costruzioni si può dividere tra 55 km di paesaggio urbano molto denso e 94 km di costa occupata da insediamenti con densità più bassa, per lo più lineari che seguono la linea di costa.

    IL TERRITORIO SALVATO - Solo 12 km di costa sono ancora paesaggi agricoli, mentre sono ancora 'integri' 109 km di paesaggi naturali, di cui 62 km risultano vincolati, perché ricadenti in aree protette. 'I risultati che questo studio della costa laziale ci consegna sono estremamente preoccupanti. Per i numeri e per la dimensione dell'aggressione nei confronti di una costa di grande bellezza, nella quale sopravvivono ancora paesaggi naturali e ricchi di storia, a rischio se non si interviene immediatamente - spiega Eduardo Zanchini, vicepresidente nazionale di Legambiente - oggi cambiare non solo è possibile ma è nell'interesse dei cittadini, dell'ambiente e del turismo".

    L'APPELLO ALLA GIUNTA ZINGARETTI - "Chiediamo alla giunta Zingaretti di avere il coraggio e la lungimiranza di fissare un vincolo di inedificabilità assoluta per tutte le aree costiere ancora libere per almeno un chilometro dal mare, attraverso l’approvazione di un piano paesaggistico che intervenga anche sui piani regolatori vigenti per stralciarne le previsioni edificatorie" aggiunge Zanchini. I tratti di costa in cui sono avvenuti i maggiori fenomeni di trasformazione del paesaggio sono quelli che vanno da Fondi (Salto Corvino) a Terracina, da Anzio a Torvaianica. E tanti altri tratti, come il Lido di Ostia, le spiagge di Fiumicino, Santa Marinella e Civitavecchia, in cui non solo si è trasformato in modo irreversibile il paesaggio a favore di alberghi, servizi, prime e seconde case, ma è stata occupata la spiaggia con attrezzature turistiche rilevanti. In generale, tutto questo avanzare del cemento, è avvenuto a scapito di aree libere (spiagge, dune e aree verdi naturali), ma soprattutto di suoli agricoli. I ventiquattro Comuni costieri del Lazio in molti casi sono vere e proprie cittadine che triplicano, quintuplicano, decuplicano in qualche caso gli abitanti nei due mesi d’estate, in altri gli ambiti costieri rischiano di divenire periferie delle città, con un pericoloso rischio di una divisione tra città dormitorio e città turistica.

    "La sfida è ridisegnare il litorale, bisogna aumentare la qualità degli spazi pubblici e privati, ricomporre paesaggisticamente i luoghi, ricostruire i water front, intervenire sulle situazioni di mono-funzionalità residenziale, allo stesso tempo non concentrandosi solo sulla funzione turistica. 'Serve un grande sforzo progettuale, di innovazione, di modernità, di sperimentazione e per questo va subito approvato il Piano Paesaggistico Regionale fermando definitivamente gli appetiti cementificatori dei Comuni costieri – afferma Roberto Scacchi, direttore di Legambiente Lazio – anche perché questi ultimi, hanno presentato centinaia di osservazioni 'ammazza paesaggio' al Ptpr adottato, per trasformazioni urbanistiche in aree vincolate paesaggisticamente, che coinvolgono 465,5 ettari tra le province di Roma e Viterbo e altri 3.500 ettari nella provincia di Latina. Osservazioni respinte per la gran parte dagli uffici regionali in sede di controdeduzioni, ma da tenere ancora sotto attenta osservazione. E’ necessario procedere con urgenza e ricomporre paesaggisticamente i luoghi, ricostruire i water front, intervenire sulle situazioni di mono-funzionalità residenziale non concentrandosi solo sulla funzione turistica'. Nel fermare la pressione edilizia hanno rappresentato un presidio importantissimo il sistema delle aree naturali che interessa la costa, a partire dal Parco Nazionale del Circeo e dalla Riserva naturale Statale Litorale romano e poi con un articolato sistema di aree di diversa dimensione (dal Parco regionale riviera di Ulisse, alla riserva naturale statale Salina di Tarquinia, fino alla riserva naturale regionale Tor Caldara). Tutto ciò però non basta".

    LE PROPOSTE - "La linea di costa del Parco nazionale del Circeo va difesa senza tentennamenti, rigettiamo qualsiasi ipotesi di esclusione dal Parco di territorio e qualsiasi proposta tesa ad aumentare il consumo di suolo in un’area già pesantemente colpita da fenomeni di abusivismo edilizio – dichiara Marco Omizzolo, coordinatore provinciale Legambiente – inoltre riteniamo di fondamentale importanza l’istituzione di un’area marina protetta e quindi l’allargamento a mare del Parco, in un’ottica più ambiziosa e coraggiosa rispetto a quella contenute nel Piano. Infine, affinché la tutela possa essere realmente efficace è necessaria l’organizzazione di un sistema di reti ecologiche in grado di collegare l’area protetta con quelle già presenti nella provincia pontina, come il Parco regionale dei Monti Ausoni, Riviera d’Ulisse e l’auspicabile Parco regionale dei Monti Lepini'. A preoccupare, infatti, non è solo l’avanzare del cemento 'legale'. Perché, secondo i dati elaborati da Legambiente, nei 23 Comuni costieri della regione Lazio (escluso il Municipio 13 della Capitale) sono stati commessi complessivamente ben 2.379 abusi edilizi nel 2009 (ultimo dato pubblicato), il 15,4% rispetto al numero totale dei 15.426 abusi regionali, pari a ben 6,5 illeciti al giorno. Soprattutto se raffrontato con il dato delle demolizioni degli abusi sui territori: solamente nel 2,9% dei casi nel corso del 2009 la parola è passata alle ruspe. Un dato decisamente serio e preoccupante, in sostanza stabile rispetto al 2004 quando gli abusi registrati erano 1.803".

    "FERMARE IL DILUVIO DI CEMENTO" - Resta, inoltre, da valutare attentamente, anche l’erosione costiera: nel Lazio sono in fase di forte erosione 63 chilometri di costa, il 23% del totale (isole escluse), da imputare principalmente alla realizzazione di invasi artificiali lungo i corsi d’acqua che diventano vere e proprie trappole sedimentarie, all’estrazione di inerti e alla realizzazione di sbarramenti in alveo. "Un problema serio, sul quale intervenire fermando l’avanzata di altre inutili opere a mare, fermando il diluvio di cemento dei nuovi porti, migliaia di nuovi posti barca, sovradimensionati, calcolati rispetto al picco estivo sul quale si dimensiona la domanda e si consuma suolo, mentre si potrebbe lavorare sulla realizzazione di pontili mobili e boe galleggianti" continua Legambiente.

    PREMIATO IL COMUNE DI SABAUDIA - Il passaggio della Goletta Verde in questo territorio è stato anche l’occasione per la consegna del premio Corepla Comuni Ricicloni estate – Speciale Plastica al sindaco di Sabaudia, Maurizio Lucci, per la buona performance sulla raccolta differenziata della plastica, anche se c’è ancora da fare molto e meglio sul fronte della gestione rifiuti. "Nonostante il Lazio sia ancora il fanalino di coda delle Regioni del centro Italia, è indubbio che nell’ultimo anno molti sforzi siano stati compiuti per colmare questo ritardo - afferma Eleonora Brionne, Comunicazione e Relazione Esterne Corepla - e proprio nel centro Italia, il Comune di Sabaudia rappresenta un ottimo esempio di come sia possibile raggiungere importanti obiettivi grazie alla volontà e all’impegno degli amministratori locali. Basti pensare che nel corso dell’ultimo anno, il Comune ha raccolto ben 22 kg di imballaggi in plastica pro capite, il doppio di quanto raccolto mediamente in Italia. Un notevole risultato che indica come l’attenzione posta ai temi ambientali debba essere considerata un investimento a lungo termine, anche e soprattutto nei Comuni a forte vocazione turistica e ad alto valore ambientale".


    0 0

    Ai sensi della legge sulla stampa, su richiesta dell'avvocato Gaetano Scalise, difensore del signor Danilo Speranza, si rettifica la notizia pubblicata su Paese Sera il 25 luglio 2013 dal titolo "Raggiro milionario del 'guru' di S. Lorenzo. 28 vittime della setta "Scienza per l'amore".

    1) E' anzitutto da ritenersi palesemente falsa (rectius inesistente) e, quindi, gravemente diffamatoria, l'affermazione ove si riferisce dell'arresto - invero mai avvenuto -, di 17 indagati;

    2) E' parimenti falsa e, quindi, gravemente diffamatoria, la circostanza che i suddetti indagati sarebbero stati rinviati a giudizio, essendo stato notificato un mero avviso di conclusioni delle indagini preliminari;

    3) E' altrettanto falsa (rectius fantasiosa) e, quindi, gravemente diffamatoria, la circostanza ove si afferma che l'Associazione Scienza per l'Amore sarebbe una "setta", risultando invece, tale Associazione, contrariamente a quanto si sostiene in maniera sensazionalistica, riconosciuta ed accreditata quale Ente di Ricerca presso il Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca;

    4) In ordine al funzionamento ed alla efficacia della Tecnologia Hyst, si contestano le sensazionalistiche e fantasiose affermazioni contenute negli articoli, richiamandosi le plurime e convergenti determinazioni dei Ministeri delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e della Salute, tutte univocamente militanti nel senso di ritenere la validità ed efficacia scientifica di detta tecnologia, attraverso la quale vengono prodotti integratori alimentari.

    Al contempo, le Università di Roma e Milano, hanno parimenti confortato la validità e l'efficacia, dal punto di vista scientifico, della Tecnologia Hyst;

    ________________________________________________________________

    Ai sensi della legge sulla stampa, su richiesta dell'avvocato Stefano Gabbrielli, difensore del dottor Domenico Ciriaco, si rettifica la notizia pubblicata su Paese Sera il 25 luglio 2013 dal titolo "Raggiro milionario del 'guru' di S. Lorenzo. 28 vittime della setta "Scienza per l'amore".

    1) E' anzitutto falsa (rectius inesistente) e, quindi, gravemente diffamatoria, l'affermazione ove si riferisce dell'arresto - invero mai avvenuto -, di 16 soci dell'anzidetta Associazione Scienza per l'Amore;

    2) E' parimenti falsa e, quindi, gravemente diffamatoria, la circostanza che i suddetti indagati sarebbero stati rinviati a giudizio, essendo stato notificato, in realtà, un mero avviso di conclusioni delle indagini preliminari;

    3) E' altrettanto falsa (rectius fantasiosa) e, quindi, gravemente diffamatoria, la circostanza ove si afferma che l'Associazione Scienza per l'Amore sarebbe una "setta", risultando invece, tale Associazione, contrariamente a quanto si sostiene in maniera sensazionalistica, riconosciuta ed accreditata quale Ente di Ricerca presso il Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca;

    4) In ordine al funzionamento ed alla efficacia della Tecnologia Hyst, si contestano affermazioni contenute negli articoli, richiamandosi sul punto le plurime e convergenti determinazioni dei Ministeri delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e della Salute, tutte univocamente militanti nel senso di ritenere la validità ed efficacia scientifica di detta tecnologia, attraverso la quale vengono prodotti integratori alimentari.

    Si precisa che il contenuto dell'articolo pubblicato su Paese Sera il 25 luglio 2013 fa riferimento al comunicato stampa emesso dalla Polizia Roma Capitale dal titolo "Ancora il Guru di San Lorenzo": i Vigili Urbani scoprono truffa milionaria.


    0 0

    “Dallo scorso venerdì sono stati accreditati 832 milioni di euro per il pagamento dei debiti sanitari contratti dalla Regione Lazio". Lo comunica in una nota il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, che aggiunge: "Si tratta di cifre importanti che si aggiungono ai 924 milioni di euro circa che abbiamo già saldato in favore degli enti locali e delle imprese che hanno effettuato forniture o che si sono aggiudicate commesse regionali. In questo modo nel sistema delle imprese laziali è stata immessa liquidità per circa un miliardo e 750 milioni di euro ai quali si aggiungeranno, nei prossimi mesi, oltre tre miliardi e mezzo di euro circa sbloccati dal Governo per il pagamento dei debiti della Pubblica Amministrazione. Con circa 5,3 miliardi di euro immessi nel sistema produttivo, possiamo fare appello agli istituti di credito affinché prendano atto di una nuova stagione, riattivando le linee di credito per le aziende, grazie ad un’amministrazione regionale considerata “buon pagatore”. Allo stesso tempo lo sblocco delle risorse e la certezza nei pagamenti possono essere uno stimolo per le aziende a continuare ad investire nel nostro territorio, invertendo una tendenza drammatica, poiché possono contare su una nuova amministrazione regionale e su pagamenti certi che non mettano a rischio la sopravvivenza delle imprese e l’occupazione di migliaia di lavoratori”.


older | 1 | .... | 225 | 226 | (Page 227) | 228 | 229 | .... | 324 | newer