Are you the publisher? Claim or contact us about this channel


Embed this content in your HTML

Search

Report adult content:

click to rate:

Account: (login)

More Channels


Showcase


Channel Catalog


older | 1 | .... | 232 | 233 | (Page 234) | 235 | 236 | .... | 324 | newer

    0 0

    Due persone sono rimaste gravemente ustionate dopo l'esplosione di una bombola a gas all'interno di un chiosco sulla spiaggia di Sant'Agostino a Tarquinia in provincia di Viterbo. I due feriti stavano lavorando nella cucina del chiosco. Si tratta di una donna romena di 52 anni, trasportata dal 118 all'ospedale di Civitavecchia, e un venticinquenne portato in eliambulanza al Sant'Eugenio di Roma che è il ferito più grave con ustioni anche al volto e sul 25 per cento del corpo. Entrambi sono stati valutati in codice rosso, ma non sarebbero in pericolo di vita. Sono intervenuti i vigili del fuoco di Roma con cinque squadre. Una persona è stata trasportata all'ospedale di Civitavecchia e mentre l'altra al Sant'Eugenio con l'elisoccorso.


    0 0

    Sono 160 le multe elevate da questa mattina tra via dei Fori Imperiali e via Labicana, dove gli agenti della Polizia di Roma Capitale sono a lavoro con gli autovelox e telelaser. Secondo quanto si apprende, gran parte dei verbali sono stati eseguiti su via Labicana, 150, mentre sono 'soltanto' una decina le multe ai danni degli automobilisti indisciplinati su via dei Fori. Tra le sanzioni, anche una da oltre 800 euro. 

    Ieri un'ulteriore riunione in Campidoglio per affrontare e risolvere le criticità emerse, a valle della nuova viabilità nella zona Colosseo, in via dei Serpenti. Due le decisioni assunte dal tavolo - al quale hanno partecipato la presidente del I Municipio Sabrina Alfonsi e l'assessore municipale alla mobilità Anna Vincenzoni - inversione del senso di marcia del tratto di via dei Serpenti tra via Nazionale a via Panisperna e modifica del semaforo di uscita di via dei Serpenti che consentirà sia di attraversare via Cavour e imboccare via degli Annibaldi e, inoltre, svoltare a sinistra e imboccare via Cavour in direzione Termini.

    AUTOVELOX - Presa in esame la richiesta della Presidente Alfonsi di modificare il percorso del bus elettrico 117 facendo sí che rientri all'interno del quartiere Monti la cui fattibilità tecnica sarà valutata nei prossimi giorni. E' Inoltre confermato che da oggi (10 agosto, ndr) mattina la polizia di Roma Capitale sarà presente lungo via dei Fori Imperiali e via Labicana a controllare con gli autovelox mobili che il limite di velocità dei 30km/h sia rispettato. Alla riunione erano presenti inoltre Capo e vice Capo di Gabinetto del Campidoglio, i vertici del Dipartimento della Mobilità e della polizia di Roma Capitale insieme ai tecnici di Agenzia per la mobilità. Lo comunica, in una nota, Agenzia per la mobilità.

    LA POLEMICA - Continuano le proteste dei commercianti. Ieri, riferiscono il presidente del Comitato Difesa Esquilino-Monti Augusto Caratelli e il titolare del negozio di ottica di via Labicana Federico Fiorucci, c'è stato un sopralluogo tecnico "dopo le segnalazioni pervenute dai residenti e commercianti". "In particolare - spiegano - si rileva con urgenza la grave situazione dei due posti disabili su Via Labicana angolo Via Iside in cui lo spazio della carreggiata risulterebbe non a norma poiché non consente il transito di mezzi pesanti come furgoni o pullman che non riuscirebbero a passare quando sono parcheggiate le auto nei posti riservati ai portatori di handicap. Inoltre su Via Labicana all’altezza del civico 58 non è stata posizionata alcuna protezione per i pedoni come parapedonali e dissuasori. Alla luce di ciò chiediamo con urgenza la messa in sicurezza delle due gravi anomalie, segnalando nel contempo l’ennesimo sperpero di denaro pubblico per rifare lavori poichè l’amministrazione capitolina ha accelerato in maniera sconsiderata i lavori senza valutare opportunamente l’impatto che questo progetto avrebbe avuto sui cittadini e sulla viabilità".

    (Ultimo aggiornamento: 10 agosto 2013)


    0 0

    Allarme per una tromba d’aria che si è abbattuta questo pomeriggio in provincia di Latina e ha interessato numerosi comuni del comprensorio, in particolare Terracina, Fondi, Priverno, Monte San Biagio, Sonnino, Sperlonga e Lenola. Lo comunica in una nota la Regione Lazio.

    Immediato l’intervento della Protezione civile regionale, con 11 organizzazioni coinvolte e 45 operatori impegnati, e dei Vigili del Fuoco, chiamati per rimuovere i numerosi alberi sradicati e caduti sulle strade. Il maggior numero di operazioni sono state realizzate sulla via Flacca e su via Appia. Non ci sono stati fortunatamente danni a persone.

    COLDIRETTI: DANNI ANCHE IN CAMPAGNA DOPO LA TROMBA D’ARIA  - "Dopo l’improvvisa tromba d’aria si fanno le prime stime dei danni. Coldiretti Latina – spiega in un comunicato il direttore provinciale dell’organizzazione pontina Saverio Viola – ha avviato sin dai momenti successivi il fenomeno atmosferico le prime verifiche attraverso le proprie strutture di zona ed i referenti delle sezioni. Purtroppo sono molto ingenti i danni alle serre che sono state in moltissimi casi scoperchiate oltre che alle colture in campo alle stesse abitazioni e ai magazzini e depositi di centinaia di imprese agricole della zona di Fondi, Lenola e Monte S.Biagio anche se danni sono stati segnalati anche a Lenola, Sonnino e Terracina. I nostri responsabili di zona hanno avviato i primi censimenti per avere un quadro esaustivo della situazione”. Coldiretti Latina invita i responsabili dei comuni ad avviare l’iter procedurale per il riconoscimento dell’eventuale stato di calamità e sollecita il settore decentrato all’agricoltura competente ad allertare gli uffici regionali. “E’ importante essere tempestivi – spiega il presidente di Coldiretti Latina Carlo Crocetti – poiché in questi casi è fondamentale seguire quanto stabilito dalle leggi vigenti per poi avviare l’iter per lo stato di calamità. Come organizzazione siamo come d’abitudine a disposizione per fornire la nostra collaborazione e, appena in nostro possesso, provvederemo se necessario a rendere pubblici i dati relativi ai danni in modo più analitico".

    (Ultimo aggiornamento: 10 agosto 2013)


    0 0

    Conclusi gli interventi della protezione civile e della polizia locale nel comune di Fiumicino dove, a causa del fortissimo vento che nella notte ha sferzato il litorale romano, si sono verificati una serie di crolli di alberi e di grossi rami. I volontari della protezione civile di ‘Nuovo domani’, coordinati dal presidente dell’associazione Antonio Moschella, hanno effettuato il primo intervento alle 3.45 della notte ed hanno poi proseguito fino alle 14 lavorando instancabilmente e mettendo in sicurezza, potando e rimuovendo dalle strade di Fiumicino, di Fregene e di Maccarese 13 alberature di alto fusto. Altri due interventi, meno urgenti, sono stati effettuati nel pomeriggio a Fiumicino e Passoscuro.
     
    GLI INTERVENTI – In campo una ventina di volontari a bordo di tre pick-up, un mezzo furgonato ed un quinto mezzo attrezzato per le emergenze. Due crolli si sono registrati in via Lorenzo Bezzi, a Isola Sacra: uno a ridosso dell’edicola, mentre l’altro si è ‘adagiato’ sulla ringhiera di Parco Tommaso Forti, danneggiandola. Al parco, tra l’altro, è in corso da ieri la ‘Spaghettongola’, la sagra della vongola lupino. Un altro albero è caduto in via del Buttero a Maccarese. Altre cadute si sono verificate nei pressi delle case popolari di via Oder, in via Moschini al Villaggio Azzurro, in via Frassinetti, in via Castegnivizza e via Castagnacci a Fiumicino. A Fregene, invece, in via Porto Rose dove ieri è caduto un pino tra viale della Pineta e via Sestri Levante. I vigili del fuoco, arrivati intorno alle otto del mattino, visto che la situazione era sotto controllo, si sono dedicati ad altri interventi sul litorale.
     
    LA PROTEZIONE CIVILE –“Soppresso per cinque anni il servizio di protezione civile nel nostro comune per decisione dell’ex sindaco Mario Canapini, abbiamo ricevuto un’accoglienza calorosa dai nostri concittadini”, ha dichiarato a Paese sera Alfredo Diorio, delegato del sindaco alla protezione civile ed ex presidente di Nuovo domani. “La gente, a vederci al lavoro, ci ha ringraziato ed è venuta a congratularsi con noi perché è finalmente stato restituito alla città un servizio fondamentale. La nostra associazione è nota sul territorio dove operiamo ormai da oltre trent’anni, salvo gli ultimi cinque. Con il nuovo comandante della polizia locale, dottor Giuseppe Galli, abbiamo inoltre instaurato da subito un rapporto improntato alla massima collaborazione. E tutto questo grazie al sindaco Esterino Montino”, conclude il delegato Diorio.

    VIA CRISTOFORO COLOMBO - Disagi alla circolazione si sono registrati questa mattina anche sulla via Cristoforo Colombo a causa del crollo di un albero nel mezzo della carreggiata. La caduta del pino, avvenuta poco prima delle sette all’altezza di Acilia in direzione di Ostia, ha provocato un rallentamento del traffico. Sul posto sono intervenuti gli agenti della polizia municipale del XII gruppo di Roma Capitale e i colleghi del gruppo intervento traffico che hanno provveduto a deviare la circolazione sulla laterale in attesa della rimozione dell’albero.

    (Albero al parco Tommaso Forti)


    0 0

    Dopo mesi d’incertezza e a seguito dell’epico accordo di poche settimane fa raggiunto con la multinazionale tedesca Siemens, dal 12 agosto presso l’Istituto IDI-Irccs di Roma saranno nuovamente garantiti tutti gli esami diagnostici con risonanza magnetica, tac e mammografia.

    “Le attività ripartiranno dando priorità ai pazienti interni, a quelli esterni considerati casi urgenti e a tutti coloro che debbono sottoporsi a controlli di tipo oncologico", dichiara il neodirettore sanitario, Nicoletta Russo.

    "Questo non va letto solo come uno dei traguardi centrati dalla nuova dirigenza - aggiunge - ma si traduce in qualcosa di molto più grande, a completo vantaggio dell’utenza capitolina e non, quello cioè di tornare ad offrire elevati servizi di qualità adeguati al patrimonio scientifico e professionale che va riconosciuto ad un Istituto di ricerca come questo".


    0 0

    La promozione in serie A dopo quattro anni di successi e relative promozioni. Qual è il segreto?
    Nulla di speciale, siamo un grande gruppo che negli anni invece di logorarsi si è rafforzato. E’ cresciuto collettivamente. Insieme a qualche innesto buono e mirato il nucleo originale si è rafforzato tecnicamente e mentalmente.  A pagare, come sempre è il lavoro, la determinazione e la voglia di misurarsi.

    La società le ha garantito sempre buoni acquisti?
    Sono persone che prendono sul serio ciò che fanno. Anche quest’anno abbiamo rafforzato la squadra. Sono contento per quello che è stato fatto. Abbiamo tanti ragazzi emergenti che già sono nel giro delle nazionali affiancati da giocatrici di esperienza e qualità. I reparti credo siano ora a posto. In attacco abbiamo confermato la coppia Nagni/ Vukcevic  che lo scorso anno ha fatto benissimo. Anche a centrocampo siamo completi. Avevamo bisogno di maggior “peso” in difesa, vista la categoria”, e gli acquisti di Morra, Gambarotta e De Blasio mi soddisfano a pieno.

    Che differenza c’è tra la Serie A e l’A2?
    A parte il tasso tecnico, la grande differenza è sul piano fisico. In serie A trovi tutte ragazze complete, forti fisicamente, aggressive e determinate. Nelle serie cadette può capitare di avere in squadra ragazze forti tecnicamente ma che magari lasciano a desiderare dal punto di vista fisico. Qui non è così.

    Che stagione si aspetta?
    Non voglio farmi illusioni ne preclusioni. Punto ad un campionato di mezza classifica con una salvezza tranquilla. Abbiamo bisogno di fare esperienza e maturare, poi tutto quello che viene ce lo prendiamo. Basta crederci e continuare a lavorare. Dobbiamo essere sfrontate e sicure dei nostri mezzi e alla fine faremo i conti.

    Cosa manca a questo movimento per fare il salto di qualità?
    Dovremmo copiare le formule vincente già sperimentate all’estero dove i grandi club hanno anche il settore femminile. Da noi non è così. Nessuna squadra di serie A vuole prendersi questo impegno e tutto rimane confinato nella dimensione del calcio dilettantistico. Questo ti preclude accesso agli sponsor, al grande pubblico ma soprattutto non consente al calcio femminile di progredire come potrebbe. Se ad esempio società come la Roma o la Lazio avessero anche un settore femminile noi potremmo allenarci negli impianti di Formello o Trigoria avendo a disposizione mezzi tecnici e staff medico di prim’ordine. Sarebbe tutto più facile. Oggi le ragazze percepiscono pochissimo, sono costrette a lavorare e conciliare tempi di lavoro con i tempi di allenamento e partite. Questo complica un po’ le cose.   


    0 0

    "Care romane e cari romani, vi scrivo a proposito dei rifiuti per fugare timori e sospetti su una materia che è stata troppo spesso affrontata male, senza la necessaria conoscenza e, a volte, non nell'interesse di tutti. E’ vero, nel nostro Paese i rifiuti costituiscono ancora un problema. Tanto più in una città come Roma". Così, riferisce una nota del Campidoglio, il sindaco di Roma Ignazio Marino, in una lettera indirizzata a tutti i cittadini della Capitale e che "costituisce un impegno del Sindaco nei confronti della città sul tema dei rifiuti".

    "E’ vero, spesso le istituzioni non hanno svolto il loro ruolo con perizia e diligenza. A volte - spiega Marino nella lettera - non sono state chiare con i cittadini e non sono state efficienti. Per oltre trent’anni si è fatto ricorso a discariche che accoglievano rifiuti indifferenziati. Veri e propri mostri come Malagrotta. Nuove Malagrotta non ce ne potranno più essere e non ce ne saranno. Malagrotta chiuderà per sempre il 30 settembre prossimo e questa è una buona notizia per tutte le romane e i romani. Ma qualcosa era già cambiato anche a Malagrotta. Dall’aprile del 2013, infatti, non si conferiscono più rifiuti indifferenziati. Quindi non è più possibile che una discarica si riempia di immondizia maleodorante, in grado di fermentare, inquinare l’aria e le falde. Ogni nuova discarica che verrà attivata accoglierà solamente rifiuti trattati e stabilizzati. Lo riteniamo indispensabile per la salute delle persone e per il nostro ambiente ed è anche un obbligo di legge imposto dall’Europa. A Roma i rifiuti indifferenziati, cosiddetti 'tal quale', non saranno mai più smaltiti in discarica. Il modo migliore per ridurre al minimo le discariche, comunque, resta la raccolta differenziata. Raccolta che le istituzioni si impegnano a incrementare e a rendere più funzionale. Però ci serve l’aiuto dei cittadini. Ci serve il vostro impegno, unito al nostro, nel fare le cose meglio nell’interesse di tutti. Più differenziata vuol dire meno discariche. Vuol dire recuperare risorse dal ciclo dei rifiuti. Vuol dire ottenere città più pulite e vivibili, a misura di bambino. Vuol dire meno pericoli per la salute".

    "Nel momento in cui vi chiedo questo tipo di impegno - prosegue ancora il sindaco - è giusto dirvi quale deve essere il mio. Mi impegno a migliorare, incrementare e rendere più efficiente la raccolta differenziata. Mi impegno a fare in modo che la parola discarica non sia mai più sinonimo di rischi e pericoli. Mi impegno a rendere la discarica un luogo dove i rifiuti vengono interrati senza disagi per le persone. Mi impegno a rendervi conto di quello che faccio e a spiegare le mie scelte, sempre e con trasparenza".


    0 0

    Il Tottenham vuole Miralem Pjanic e il club inglese sarebbe pronto a versare nelle casse giallorosse 15milioni di sterline (17,5milioni di euro). E’ questa la notizia del giorno riportata oggi dal  'Daily Mirror".  Secondo il tabloid inglese gli Spurs, attraverso il direttore sportivo Franco Baldini, ex giallorosso, avrebbero già presentato alla Roma l’offerta per assicurarsi il 23enne centrocampista bosniaco. Le utime prestazione del bosniaco però sembrano aver convinto mister Garcia a trattenerlo, soprattutto dopo averlo pubblicamente elogiato a seguito il 4-1 in amichevole al Toronto. "Non mi importa cosa abbia fatto Miralem l'anno scorso – ha detto l’ex tecnico del Lille- Il Pjanic che vedo oggi è quello che ho conosciuto in Francia",  

    TOTTI- "È stata una giornata bellissima, non me l'aspettavo tutta questa accoglienza. Sono soddisfatto di quello che è successo. La partita col Chelsea? È una partita prestigiosa, vogliamo fare una bella figura". Così capitan Totti alla vigilia del match di sabato notte (ore 2.05) contro l'undici di Mourinho a Washington. "Sono vent'anni d'amore, con la stessa maglia e penso che sia stata una grande esperienza di vita" aggiunge Francesco parlando della stagione che sta per prendere il via, la 20a con la maglia giallorossa. Totti, poi, esclude che possa avere un futuro nell'MLS, il campionato nordamericano. "Penso che sarà molto difficile, perché ho un contratto con la Roma e voglio rispettarlo, non penso ad altre squadre ed altri campionati". QuIndi fa i complimenti al compagno di squadra a stelle e strisce, Michael Bradley. "Michael, oltre ad essere un giocatore fantastico per un gruppo, è una grande persona. Fa spogliatoio, ha sempre il sorriso, è sempre pronto a dialogare. Sono stato fortunato a conoscerlo". Infine, un pensiero sul gruppo di quest'anno: "Ho avuto la fortuna di giocare con tantissimi giocatori importanti. Però posso dire che quest'anno il gruppo è molto unito, ha voglia di fare una grande stagione e di far vedere le potenzialità di ogni singolo". 

    VISITA ALLA WHITE HOUSE- Una maglia bianca per la Casa Bianca. La Roma, in questi giorni a Washington per l'ultimo impegno della tournee americana che oggi la vedrà scendere in campo contro il Chelsea, ha approfittato della situazione per visitare la residenza ufficiale del presidente degli Stati Uniti. La squadra di Garcia si è così presentata all'appuntamento indossando la seconda maglia bianca (la stessa che vestirà contro la formazione di Mourinho) e immortalando la scena con una foto poi pubblicata sul profilo twitter ufficiale. "White (House) Jersey" il cinguettio accompagnato dall'immagine della squadra abbracciata davanti all'edificio in Pennsylvania Avenue. L'amichevole contro il Chelsea non sarà però l'ultimo impegno della Roma prima dell'inizio della stagione. Totti e compagni infatti molto probabilmente torneranno in campo il 18 agosto per un ulteriore test in vista del campionato. Ancora da decidere avversario e sede dell'incontro visto che nella stessa data l'Olimpico sarà occupato dalla partita di Supercoppa tra Lazio e Juventus. La presentazione della squadra nello stadio di casa, davanti ai tifosi giallorossi, andrà invece in scena successivamente (il 21 agosto se sarà organizzata l'amichevole del 18, altrimenti il 20). 

    GARCIA- "Mourinho è un grande allenatore. Per me non importa cosa dice la gente ora, ma quello che dirà alla fine. Con il Chelsea ci sarà una gara particolare, con una grande squadra, con grandi giocatori. Una partita che mi piace perché dopo sarà possibile fare un bilancio più preciso". Così Rudi Garcia, tecnico della Roma, alla vigilia dell'amichevole contro il Chelsea di Jose Mourinho, risponde a chi gli chiede se gli piace l'accostamento con il tecnico lusitano che con il team londinese ha già battuto Inter e Milan. "Ogni partita è differente, anche se sono amichevoli sono partite da giocare bene e da vincere. Non importa se il Chelsea ha vinto o perso le altre, importa solo la gara. Sarà una bella partita". "Abbiamo un buon gruppo, sicuramente. Con giocatori importanti, ma che sono uomini umili e intelligenti. Non c'è nessun problema" afferma Garcia. Durante il match incontrerà Hazard, dove può arrivare? "Eden è un giocatore forte, è ancora giovane. Può migliorare molto, però l'anno scorso ha fatto una stagione meravigliosa con il Chelsea. Sono molto contento di vederlo, sarà importante difendere bene nella sua zona".  Con gli inglesi ci sarà anche Pablo Osvaldo tornato ad allenarsi con la squadra. Il centravanti italo-argentino ha svolto tutta la seduta sotto la guida di Rudi Garcia ed è tra i disponibili per la partita al Rfk Stadium. È probabile che i tecnico francese possa decidere di farlo giocare, seppur non tra l’11 di partenza.


    0 0

     "Non sono abituato a fare pronostici. Sarà una partita difficilissima. Affrontiamo la squadra più forte del campionato e che è diventata ancora più forte dopo lo scudetto. Ma, come Lazio, siamo convinti di non voler diventare gli agnelli sacrificali. Se la squadra si presenterà determinata, unita concentrata come è accaduto nella finale di Coppa Italia con la Roma oppure nel 2009 a Pechino con l'Inter di Mourinho, allora l'impresa diventerà possibile".

    LA SUPERCOPPA- A poco più di una settimana dal grande appuntamento dell'Olimpico dove c'è in palio il primo trofeo stagionale, la Supercoppa italiana, Claudio Lotito suona la carica. "Rispetto a un mese fa spero che le tensioni con la Juve si siano attenuate - spiega il presidente della Lazio in un'intervista al "Corriere dello Sport" -. Siamo già a 44mila biglietti venduti, speriamo che l'Olimpico si riempia. Se pensiamo che la Juventus fattura 250 milioni di euro l'anno dovrei dire che stiamo discutendo di quisquilie...Giocherà Mauri? Non sono abituato a misurarmi con le speranze o con i pronostici, ma con i fatti. Allo stato attuale c'è uno stop di sei mesi".

    L'ANTI JUVE- Se la Lazio potrà diventare l'anti-Juve in campionato "è troppo presto" per dirlo e "non è possibile fare questo tipo di valutazione. In tante si sono rinforzate. Champions come obiettivo? Noi dobbiamo dare il massimo. Speriamo di essere protagonisti dall'inizio alla fine". Con Petkovic "abbiamo un buon rapporto", mentre parlando del futuro Hernanes Lotito dice che "a oggi nessuno ha bussato alla porta e non l'obiettivo di disfarmi di lui. Il rinnovo? Da parte nostra c'è la volontà di proseguire e mi sembra che ci sia anche dall'altra parte", conclude.

    PROVA DI MATURITA'- "Vedremo nel test contro il Crystal Palace il processo di maturazione a cui è arrivata la squadra durante questa fase di formazione”. Lo ha detto Claudio Lotito, presidente della Lazio, a margine della presentazione dei calendari 2013-14 di Lega Pro a Firenze. ''Dopo questa gara trarremmo precise indicazioni sul nostro stato dell'arte”ha aggiunto. La Lazio scenderà in campo contro la Juventus il 18 agosto per la Supercoppa Italiana.


    0 0

    Nell'ultima giornata dedicata al programma individuale, i Mondiali Assoluti e Paralimpici di scherma di Budapest2013, portano tre medaglie in più nel forziere azzurro. Sono tutte e tre del metallo meno pregiato, ma ognuna di loro è densa di emozioni particolari. A conquistarle sono Valerio Aspromonte, nel fioretto maschile, Irene Vecchi nella sciabola femminile e William Russo nel fioretto maschile paralimpico categoria C. Valerio Aspromonte è medaglia di bronzo. L'azzurro sale sul terzo gradino del podio al termine della prova iridata di fioretto maschile. In semifinale, contro il sorprendente statunitense Chamley-Watson (poi vittorioso in finale contro il russo Akhmatkhuzin per 15-6), Valerio Aspromonte non è riuscito ad andare oltre al punteggio di 15-9, conquistando quindi la medaglia di bronzo, che segue l'argento mondiale di Catania2011 e l'oro olimpico a squadre di Londra2012.

    ANNATA DIFFICILE- "Ho avuto un'annata difficile e con pochi risultati. Volevo dare la zampata vincente, soprattutto dopo l'argento di Catania2011, ma è un bronzo importante. Ringrazio tutti coloro i quali mi hanno messo nelle migliori condizioni per poter lavorare e preparare questo Mondiale. Ho un pò di rimpianto perché l'assalto di semifinale era alla mia portata, ma probabilmente lo statunitense era in giornata di grazia! Pensiamo subito alla prova a squadra. Ognuno di noi quattro avrà più di un motivo per fare bene.". Nel suo percorso di gara l'azzurro ha superato, all'esordio di giornata, l'ungherese Szabados per 15-8, a seguire, l'egiziano Ayad per 15-10 e, nell'assalto del tabellone dei 16, lo statunitense Alexander Massialas per 15-14. Ai quarti di finale l'assalto contro il portacolori di Hong Kong, Siu Lun Cheung, è stato interamente dominato dall'italiano che ha concluso festeggiando col punteggio di 15-6. 


    0 0

    Un romano di 33 anni, uscito da poco dal carcere, è stato arrestato, ieri sera, dai carabinieri della compagnia Cassia con l’accusa di maltrattamenti in famiglia e atti persecutori nei confronti della ex convivente, una 35enne romana. L’episodio è avvenuto all’interno di un’abitazione di via Giovanni Simonet, in zona Prima Porta, dove l’uomo, che viveva da anni con la sua ex convivente e con il figlioletto, ha picchiato la compagna per l'ennesima volta.

    La vittima, ristretta al regime degli arresti domiciliari, esausta dai continui maltrattamenti subiti è fuggita dalla propria abitazione e ha chiesto aiuto al 112 dei carabinieri. La pattuglia dei militari dell’Arma immediatamente giunta sul posto ha soccorso la donna che è stata visitata presso l’ospedale Villa San Pietro e a causa delle lesioni riportate ne avrà per almeno 15 giorni. In lacrime poi la 35enne ha raccontato ai carabinieri che subiva violenze ormai si ripetevano dal marzo scorso. Il 32enne si trova nel carcere di Regina Coeli dove rimarrà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.


    0 0

    E' tra le città più belle del mondo, ma nella percezione dei turisti Roma è decisamente insicura. E così c'è chi, tra stampa esterna e alcuni siti, ricorre perfino a un vademecum che spiega ai turisti come difendersi dai borseggiatori capitolini. Su Usa Today, ad esempio, viene consigliato di "evitare di fissare a lungo il Colosseo" e di "non fidarsi di bambini, presunti poliziotti in borghese o gente sbadata". Già il Chicago Tribune a giugno suggeriva addirittura di "non andate a Roma". L'Usa Today poi raccomanda di diffidare dalle zone affollate come la stazione Termini, la Fontana di Trevi e il Colosseo. Così come si consiglia di "non indossare gioielli appariscenti o oggetti costosi". Un servizio tv sul sito 'Today' riporta perfino le testimonianza di turisti borseggiati nella Cappella Sistina. 

    SUL SITO DEL GOVERNO BRITANNICO - Allarmistico pure il sito del governo britannico 'gov.uk' che rivolgendosi ai turisti dice: "State attenti ai trasporti pubblici, in particolare alle aree affollate a Roma, specialmente alla stazione Termini e sull'autobus della linea 64 per piazza San Pietro", alcuni dei luoghi dove le "gang" entrano in azione, con "scippatori" e "borseggiatori". Il sito descrive anche i movimenti delle bande, "spesso organizzate e tra cui potrebbero esserci minorenni". "Sui bus o in metro - spiega 'gov.uk' - mentre uno distrae la vittima, gli altri lo ripuliscono". Nella lista nera del governo britannico anche l'aeroporto di Fiumicino e i treni notturni.

    L'ESODO PRIMA DI FERRAGOSTO - Traffico intenso sulle strade dell'esodo nell'ultimo weekend di partenze prima del Ferragosto. Il servizio Luce Verde segnala traffico rallentato sulla Pontina a Latina, sull'Aurelia sul litorale all'altezza di Ladispoli, sulla Nettunense, sulla Nomentana a Mentana, sull'Appia all'altezza di Genzano, sulla Roma-Teramo all'altezza di Tivoli. Sull'autostrada A1 "nell'area romana, a causa di un incidente già risolto in a Valmontone e per il traffico intenso, rallentamenti e code a tratti tra Monteporzio e San Cesareo sulla Diramazione sud e code a tratti tra il nodo A1/A24 e Valmontone con una stima di circa 1 ora per la percorrenza del tragitto".

    Ieri si è registrato un aumento dei volumi di traffico sulle principali arterie stradali e autostradali gestite dal'Anas quali il Grande Raccordo Anulare di Roma e l'autostrada Roma-aeroporto di Fiumicino.

    GRA E ROMA-FIUMICINO - Sono disponibili i tempi medi di percorrenza sull’autostrada del Grande raccordo anulare di Roma e sull’autostrada A91 Roma-Fiumicino attraverso alcuni dei 68 pannelli a messaggio variabile posizionati sulle rampe di accesso e lungo le carreggiate. "Grazie a questa iniziativa, sarà possibile conoscere in anticipo quanto tempo è necessario per raggiungere l’aeroporto di Fiumicino o i principali nodi di interconnessione con la viabilità autostradale e ordinaria, senza superare i limiti di velocità consentiti" fa sapere l'Anas

    LO STOP AI MEZZI PESANTI - La circolazione sarà favorita anche in questo fine settimana dal blocco della circolazione dei mezzi pesanti con massa superiore alle 7,5 tonnellate, al di fuori dei centri abitati, già da ieri dalle 14 fino alle ore 23. Blocco anche oggi, dalle 7 alle 23 e, nella giornata di domenica, dalle 7 alle 24.

    ROMA-VITERBO, TRENI CANCELLATI, SERVIZIO IRREGOLARE - Cancellazioni dei treni della Roma-Civita Castellana-Viterbo e servizio ferroviario irregolare causa cancellazioni dei treni tra Flaminio e Montebello. Lo rende noto Luce Verde. Attivo servizio bus di supporto sulla tratta urbana Flaminio-Saxa Rubra-Montebello dalle 16.30 alle 19.30. Tra Flaminio-Saxa Rubra e Montebello i bus effettuano servizio diretto, con la sola fermata di via Flaminia in prossimità fermata Due Ponti Attivo inoltre servizio bus di supporto tra le 12.30 e le 16.30, in entrambe le direzioni nelle giornate del 8-9-12-13-agosto 2013.


    0 0

    Sfruttamento e induzione alla prostituzione di due minorenni. Con questa accusa gli agenti del commissariato Ponte Milvio hanno arrestato T.G., cittadino romeno di 44 anni.

    Una delle minori, scomparsa dalla Provincia di Trapani, aveva raggiunto a Roma alcune connazionali. Individuato e sequestrato anche un appartamento dove venivano costrette a prostituirsi le giovani migranti. Proseguono le indagini da parte della squadra mobile per identificare altre persone coinvolte nella vicenda.

    Le ragazze, al momento, come disposto dal magistrato, sono state affidate ad un centro di accoglienza.


    0 0

    Aveva 22 anni ed era di Villaricca (Ce) la ragazza morta nella tarda mattinata di oggi a Gaeta travolta sulla via Flacca da un furgone mentre attraversava la strada che delimita la spiaggia di Sant’Agostino. La vittima aveva trascorso la mattinata in spiaggia con il fidanzato e stava raggiungendo la roulotte parcheggiata in un campeggio al di la della Flacca.

    Il fidanzato che era con lei, investito a sua volta, 23 anni di Parete (Ce) è stato trasportato con un mezzo privato in ospedale a Formia ma non è in pericolo di vita.

    Sotto shock e con un braccio ed una gamba fratturati, anche il conducente del furgone che è stato ricoverato al Dono Svizzero di Formia. Il suo mezzo è stato sequestrato insieme ad un’altra auto che, pare, sia rimasta coinvolta nel sinistro. Per circa due ore il traffico è rimasto congestionato e le forze dell’ordine hanno lavorato non poco per deviarlo su percorsi alternativi.


    0 0

    E' tra le città più belle del mondo, ma nella percezione dei turisti Roma è decisamente insicura. E così c'è chi, tra stampa esterna e alcuni siti, ricorre perfino a un vademecum che spiega ai turisti come difendersi dai borseggiatori capitolini. Su Usa Today, ad esempio, viene consigliato di "evitare di fissare a lungo il Colosseo" e di "non fidarsi di bambini, presunti poliziotti in borghese o gente sbadata". Già il Chicago Tribune a giugno suggeriva addirittura di "non andate a Roma". L'Usa Today poi raccomanda di diffidare dalle zone affollate come la stazione Termini, la Fontana di Trevi e il Colosseo. Così come si consiglia di "non indossare gioielli appariscenti o oggetti costosi". Un servizio tv sul sito 'Today' riporta perfino le testimonianza di turisti borseggiati nella Cappella Sistina. 

    SUL SITO DEL GOVERNO BRITANNICO - Allarmistico pure il sito del governo britannico 'gov.uk' che rivolgendosi ai turisti dice: "State attenti ai trasporti pubblici, in particolare alle aree affollate a Roma, specialmente alla stazione Termini e sull'autobus della linea 64 per piazza San Pietro", alcuni dei luoghi dove le "gang" entrano in azione, con "scippatori" e "borseggiatori". Il sito descrive anche i movimenti delle bande, "spesso organizzate e tra cui potrebbero esserci minorenni". "Sui bus o in metro - spiega 'gov.uk' - mentre uno distrae la vittima, gli altri lo ripuliscono". Nella lista nera del governo britannico anche l'aeroporto di Fiumicino e i treni notturni.

    LA REPLICA DI MARINO - “Dopo le notizie divulgate dal governo inglese - dice il primo cittadino in una nota - ho telefonato al Prefetto: l’incidenza della microcriminalità in numerose città europee ed americane è molto più alta che a Roma. Dal momento in cui sono stato eletto sindaco, sono intervenuto rigorosamente su tutti i fenomeni di illegalità, grazie alla collaborazione delle forze dell’ordine. Penso alla lotta contro la criminalità organizzata a Ostia, o al contrasto del commercio abusivo e di fenomeni come il borseggio in piazze storiche come Piazza di Spagna o Fontana di Trevi ed il Colosseo. Abbiamo intensificato anche i controlli su tassisti abusivi che si approfittano dei turisti alla stazione Termini e negli aeroporti di Roma. Nei giorni scorsi nelle verifiche a campione a Termini su 66 taxi e 23 NCC sono stati notificati 46 verbali, arrivando in alcuni casi anche al ritiro dei veicoli. Si tratta di un percorso da poco iniziato che vogliamo portare avanti con determinazione. Roma ha certamente la complessità delle grandi città, ma è ospitale e non merita di essere vittima di allarmismi”. 

    L'ESODO PRIMA DI FERRAGOSTO - Traffico intenso sulle strade dell'esodo nell'ultimo weekend di partenze prima del Ferragosto. Il servizio Luce Verde segnala traffico rallentato sulla Pontina a Latina, sull'Aurelia sul litorale all'altezza di Ladispoli, sulla Nettunense, sulla Nomentana a Mentana, sull'Appia all'altezza di Genzano, sulla Roma-Teramo all'altezza di Tivoli. Sull'autostrada A1 "nell'area romana, a causa di un incidente già risolto in a Valmontone e per il traffico intenso, rallentamenti e code a tratti tra Monteporzio e San Cesareo sulla Diramazione sud e code a tratti tra il nodo A1/A24 e Valmontone con una stima di circa 1 ora per la percorrenza del tragitto". Ieri si è registrato un aumento dei volumi di traffico sulle principali arterie stradali e autostradali gestite dal'Anas quali il Grande Raccordo Anulare di Roma e l'autostrada Roma-aeroporto di Fiumicino.

    GRA E ROMA-FIUMICINO - Sono disponibili i tempi medi di percorrenza sull’autostrada del Grande raccordo anulare di Roma e sull’autostrada A91 Roma-Fiumicino attraverso alcuni dei 68 pannelli a messaggio variabile posizionati sulle rampe di accesso e lungo le carreggiate. "Grazie a questa iniziativa, sarà possibile conoscere in anticipo quanto tempo è necessario per raggiungere l’aeroporto di Fiumicino o i principali nodi di interconnessione con la viabilità autostradale e ordinaria, senza superare i limiti di velocità consentiti" fa sapere l'Anas

    LO STOP AI MEZZI PESANTI - La circolazione sarà favorita anche in questo fine settimana dal blocco della circolazione dei mezzi pesanti con massa superiore alle 7,5 tonnellate, al di fuori dei centri abitati, già da ieri dalle 14 fino alle ore 23. Blocco anche oggi, dalle 7 alle 23 e, nella giornata di domenica, dalle 7 alle 24.

    ROMA-VITERBO, TRENI CANCELLATI, SERVIZIO IRREGOLARE - Cancellazioni dei treni della Roma-Civita Castellana-Viterbo e servizio ferroviario irregolare causa cancellazioni dei treni tra Flaminio e Montebello. Lo rende noto Luce Verde. Attivo servizio bus di supporto sulla tratta urbana Flaminio-Saxa Rubra-Montebello dalle 16.30 alle 19.30. Tra Flaminio-Saxa Rubra e Montebello i bus effettuano servizio diretto, con la sola fermata di via Flaminia in prossimità fermata Due Ponti Attivo inoltre servizio bus di supporto tra le 12.30 e le 16.30, in entrambe le direzioni nelle giornate del 8-9-12-13-agosto 2013.


    0 0

    Ha messo a segno tre rapine in una settimana, le prime due ai danni della tabaccheria di Piazza Scipione Africano (il 27 ed il 30 luglio scorso) e una ai danni della farmacia di via delle Repubbliche Marinare (il 3 agosto) e, probabilmente, era pronto a colpire ancora. B.C., 44enne pregiudicato romano, nullafacente, è stato fermato dai carabinieri dell’Aliquota Operativa della compagnia di Ostia, in piazza dei Piroscafi, al termine di brevi e serrate indagini.

    Il rapinatore era solito utilizzare sempre lo stesso modus operandi, armato di un grosso coltello da sub, entrava nell’esercizio commerciale scelto, indossando anche guanti in lattice per non lasciare impronte e occhiali da sole per coprirsi parzialmente il viso, e in pochi secondi si faceva consegnare l’incasso, fuggendo poi a piedi. Immediate sono scattate le indagini dei carabinieri che grazie alle immagini delle telecamere dell’impianto di videosorveglianza presente all’interno delle attività commerciali, e ai trascorsi penali del 44enne, sono riusciti a risalire alla sua identità.

    Così dopo il riconoscimento fotografico effettuato dalle vittime, i militari dell’Arma lo hanno rintracciato e sottoposto a fermo di indiziato di delitto con l’accusa di rapina aggravata. La successiva perquisizione effettuata presso la sua abitazione ha permesso ai carabinieri di rinvenire il grosso coltello da sub utilizzato per le rapine che è stato sequestrato. Proseguono le indagini dei Carabinieri per accertare se l’uomo possa essere l’autore anche di altre rapine commesse negli ultimi mesi ad Ostia. Per B.C. dopo l’arresto, si sono spalancate le porte del carcere capitolino di Regina Coeli, dove rimane in attesa di essere interrogato dall’Autorità giudiziaria competente.


    0 0

    "Una chiara intimidazione mafiosa". Così il sindaco di Pastena Arturo Gnesi ha definito l’atto incendiario che questa notte ha distrutto la macchina dell’architetto Rolando Marchetti, tecnico di fiducia del suo comune. "Prove inequivocabili dovute alla presenza di liquido infiammabile escludono qualsiasi altra ipotesi di incendio accidentale – scrive Gnesi in una nota stampa - e riportano al centro dell’attenzione delle forze investigative la inquietante presenza della criminalità organizzata che ormai da anni opera non solo sul tanto declamato sud pontino o nel cassinate ma sull’intera area della provincia di Frosinone".

    "FORSE HA TUTELATO I SOLDI PUBBLICI" - L’architetto Marchetti per anni, convenzionato degli uffici tecnici di vari comuni, da Coreno Ausonio, a Fontana Liri, da Lenola fino a Pastena, si è visto la vettura incendiata nel giardino della sua abitazione a Pontecorvo. "Probabilmente – continua Gnesi - ha impedito che qualcuno approfittasse dei finanziamenti pubblici per favorire gli interessi personali e forse sta tutta qui la ragione di questo attentato mafioso".

    "Si è sempre mosso – ha scritto Gnesi riferendosi al tecnico - nell’interesse del bene pubblico, a favore dei cittadini che sono i diretti beneficiari delle opere realizzate, ha sempre escluso accordi sottobanco o manipolazioni sulle rendicontazioni dei lavori eseguiti dalle ditte per evitare che parte dei soldi finissero nei meandri di un sistema spesso corrotto o colluso, alimentato da comitati d’affari in simbiosi spesso con propaggini del potere politico. Adesso occorre che le forze dell’ordine indaghino a fondo per capire da dove è partito il comando e chi ha dato l’ordine di 'avvertire' l’architetto Marchetti dando fuoco alla sua auto".

    "FERMARE LE LOBBY" - "Gli amministratori pubblici, devono fare uno sforzo ulteriore per affermare i principi della trasparenza e della legalità, evitando le pressioni di lobby che monopolizzano il settore della progettazione e della direzione delle opere pubbliche. Non possiamo - ha concluso il sindaco - isolare quei tecnici che lavorando nel rispetto delle regole , subiscano intimazioni, ricatti o attentati solo per non aver piegato la schiena di fronte agli interessi delle varie organizzazioni mafiose presenti sul territorio ciociaro". 


    0 0

    I lavoratori della Roma Multiservizi spa scrivono una lettera al sindaco Marino e alla sua Giunta: "Stiamo pagando il prezzo di una mancata vigilanza sulla società Roma Multiservizi s.p.a che, dal Comune di Roma, ha ricevuto affidamenti e risorse economiche ma che, come ha sempre fatto, ha avviato i licenziamenti allo scadere delle commesse. Speravamo che questa Giunta fosse diversa dalla precedente e invece, siamo costretti ad ammettere che anche i suoi assessori dimenticano che dietro i numeri ci sono persone. Famiglie…elettori ed elettrici, che restano per il mese di agosto con uno stipendio da fame e con un prossimo settembre a tinte fosche. Nonostante la rabbia e la delusione, siamo ancora convinti che lei possa intervenire. A lei scegliere se andare in ferie lasciando 62 famiglie appese alla corda dei licenziamenti o intervenire subito?". 

    "Allo scadere delle proroghe, relative alla casa del Giardinaggio e al verde pubblico di scuole e parchi - si legge nella lettera - la Roma Multiservizi Spa a luglio, aveva avviato le procedure di mobilità e licenziamento per 62 lavoratori, obbligando prima tutto il personale impiegato nelle due commesse alle ferie. Poi, una volta esaurite queste, aveva offerto ai lavoratori ed alle lavoratrici, come unica alternativa, la possibilità di lavorare per tre ore al giorno per un totale di 15 ore settimanali, pur essendo ancora in atto la procedura di mobilità e licenziamento, che impedirebbe tale comportamento come evidenziato dai consiglieri e dall' amministrazione. Supportati dall’Usi (Unione Sindacale Italiana) in tutte queste scadenze e mobilitazioni, credevamo di aver aperto uno spiraglio di luce ricevendo garanzie da parte dell’assessora Estella Marino di intervenire sulla Direzione di Multiservizi, onde poter congelare la prassi delle 15 ore. Idem dicasi per le dichiarazioni del presidente Athos De Luca dopo l’audizione in Commissione, e dagli altri presidente presenti, ossia che sarebbe stata effettuata al più presto la pubblicazione di un bando per l’affidamento dei servizi in cui siamo direttamente coinvolti (che avrebbe permesso una proroga temporanea) e che si sarebbero trovati i soldi per la Casa del Giardinaggio (bando già vinto dalla azienda) che ci avrebbero garantito la continuità lavorativa richiesta da tutti. Relativamente al bando, ad oggi non è avvenuta da parte del Segretariato Generale nessuna pubblicazione, ma, soprattutto, nessuna risposta è arrivata da parte del Presidente della Commissione alla richiesta di aggiornamento promossa dalla Responsabile Holding Capitolina dell’Unione Sindacale Italiana, Serenetta Monti. In data 7/8/2013, inoltre, dalla segreteria dell’assessore Marino abbiamo appreso che l’unica pressione mossa dall'assessorato è stata nei confronti di Ama, proprietaria del 51% delle azioni di Multiservizi, disattendendo, di fatto, l’impegno preso personalmente con i lavoratori e le lavoratrici. Così come si era rilevata inutile la lettera a firma dei 3 presidenti di commissioni presenti all'audizione rivolta all'assessorato e non all'azienda (che tra l’altro si era pure rifiutata con scuse all'ultimo momento di venire alla convocazione presso l’Osservatorio a Lavoro). Gentile signor Sindaco, presto anche Lei prenderà il Suo meritato riposo". 

    L'ASSESSORA MARINO - Ma la risposta dell'assessora all'Ambiente Estella Marino non si fa attendere: "Nei giorni scorsi sono stati reperiti i fondi necessari per il bando nel quale è direttamente coinvolta l’azienda. Nonostante un contesto difficile di bilancio e una situazione critica di cassa lasciataci in eredità dalla giunta precedente, il nostro impegno è stato quello di salvaguardare l’occupazione e il servizio di manutenzione del verde pubblico e di quello scolastico. Appena reperiti i fondi gli uffici competenti hanno impiegato meno di 24 ore per redigere il bando che è stato immediatamente trasmesso al segretariato generale. Ad oggi occorre esclusivamente attendere i tempi tecnici per la sua pubblicazione". "Ai lavoratori e alle loro famiglie sottolineiamo che l’iter è ormai avviato e che, soprattutto, è in fase conclusiva. La positiva conclusione della vicenda - spiega l'assessore Marino - è frutto di un serrato confronto che l’assessorato ha avuto durante le ultime settimane con i vertici sindacali e i rappresentanti dei lavoratori. Concertazione che continuerà ad essere aperta e disponibile soprattutto in queste giornate di agosto. Come responsabile dell’assessorato il mio obiettivo è la pubblicazione del bando nel più breve tempo possibile".


    0 0

     Arriva in Vaticano la protesta contro l'ipotesi di realizzare una discarica a Falcognana, vicino al Divino Amore sull'Ardeatina. Il comitato 'No discarica al Divino Amore' ha partecipato infatti questa mattina all'Angelus di Papa Francesco, spostando la protesta da Falcognana a Piazza San Pietro. Arrivati con diversi pullman, alcune centinaia di cittadini hanno 'simbolicamente' manifestato chiedendo al Santo Padre "aiuto", come si legge negli striscioni portati all'iniziativa. Al gruppo si sono unite anche alcune suore del Santuario. "Quello di oggi - ha dichiarato Alessandro Lepidini, del coordinamento No discarica al Divino Amore - è solo il primo appuntamento. L'Angelus in piazza San Pietro sarà per noi, infatti, un appuntamentp fisso". Tra gli striscioni anche "Papa Francesco salva il Divino Amore". 

    COMITATO NO DISCARICA: "A FERRAGOSTO FESTA A FALCOGNANA" - Una serata di degustazioni, musica e sensibilizzazione per il territorio. Il Comitato 'No discarica al Divino Amore' sta organizzando, per il 15 agosto sera, una festa al presidio dove sono invitati a partecipare tutti i cittadini che resteranno a Roma. "Sono diverse le manifestazioni che abbiamo in programma - ha dichiarato Alessandro Lepidini, del coordinamento del comitato - oltre a Ferragosto, domani pomeriggio saremo a Santa Maria delle Mole per un'altra azione e in mattinata aderiremo alla manifestazione indetta sotto la Regione". 

    Una serata di degustazioni, musica e sensibilizzazione per il territorio. Il Comitato 'No discarica al Divino Amore' sta organizzando, per il 15 agosto sera, una festa al presidio dove sono invitati a partecipare tutti i cittadini che resteranno a Roma. "Sono diverse le manifestazioni che abbiamo in programma - ha dichiarato Alessandro Lepidini, del coordinamento del comitato - oltre a Ferragosto, domani pomeriggio saremo a Santa Maria delle Mole per un'altra azione e in mattinata aderiremo alla manfestazione indetta sotto la Regione". 

     DOMANI PROTESTA IN REGIONE - "Dopo aver richiesto aiuto a Papa Francesco, nella giornata odierna, comitati associazioni e singoli cittadini hanno deciso di mettere in campo una nuova protesta sotto la Regione Lazio. Domani, alle 10, saremo a richiedere spiegazioni al Presidente Zingaretti sul perché si ostina nel volere la Discarica al Divino Amore mentre chiude nettamente ad altre possibilità che vengono addirittura dal ministero della difesa. Vogliamo inoltre sapere perché in data 25 giugno ha comunicato ai cittadini del quadrante che 'nulla è stato autorizzato e ne lo sarà', facendo riferimento proprio ad impianti e discariche, mentre un mese dopo ci vorrebbe come post Malagrotta. Invece di chiudersi nel suo palazzo sarebbe ora che cominciasse ad ascoltare e ricevere chi ha molto da dire, soprattutto dal punto di vista tecnico legale, su questa grottesca vicenda". Lo dichiara in una nota Massimiliano De Juliis, Vice Presidente del Consiglio del Municipio IX Eur.
    CONTRARIO ANCHE IL PARROCO DEL DIVINO AMORE - Critiche alla discarica di Falcognana anche dal rettore-parroco del santuario del Divino Amore, don Pasquale Silla: "Siamo contrari - afferma ai microfoni di 'Radio vaticana' - perché la gente, che moltissime volte viene a piedi, passerebbe a ridosso di questa zona, che verrebbe certamente contaminata. Andare al Divino Amore, passando vicino alla discarica, non credo sia un bel biglietto da visita. Farei notare anche che il Santuario ha sempre avuto un'incidenza molto importante sull'ambiente circostante e non solo. Il nostro Santuario - è noto - ha un'importanza straordinaria per la bellezza dell'ambiente. Noi ci teniamo a rimanere nell'Agro Romano, dove le famiglie, gli amici, possono incontrarsi, stare insieme, ravvivare i loro rapporti vicendevoli". "Questo è un luogo di cultura, dove tante sono le iniziative culturali; è un luogo vocazionale; è un luogo di carità - ha continuato il parroco - è un luogo ovviamente di preghiera, di pietà popolare. A me dispiace per questo ambiente così sacro. Pensate che la gente che arriva a piedi da varie direzioni, vedendo il campanile si ferma e addirittura bacia per terra, dicendo che questa è la terra della Madonna, che questa è una terra benedetta. Si tratta di pietà popolare, ovviamente, ma prendercela con queste persone, e dire: "No, non è nulla! Qui c`è anche il profumo della discarica!", non mi sembra una cosa positiva". Per il sacerdote, "l'Esercito ha tanti spazi liberi, che non servono - grazie a Dio - a nulla. Perché, questi spazi, che sono distanti parecchi chilometri dai centri abitati, non vengono utilizzati? So che l'Esercito ha messo già a disposizione questi spazi. Qualcuno si è addirittura lamentato dicendo che è una pazzia. Ma come una pazzia? Se il ministro della Difesa ha detto che ci sarebbe questa opportunità, non capisco perché non si possa esplorare questa ipotesi per collocarci i rifiuti".

    IL SINDACO - A nulla insomma sono servite le rassicurazioni del sindaco Ignazio Marino che, in una lettera ai romani, spiegava: '"Ogni nuova discarica che verrà attivata accoglierà solamente rifiuti trattati e stabilizzati" e a Roma "i rifiuti indifferenziati, cosiddetti talquale, non saranno mai più smaltiti in discarica''. A riguardo Marino evidenzia: ''Più differenziata vuol dire meno discariche. Vuol dire recuperare risorse dal ciclo dei rifiuti''. "Mi impegno – aveva detto pure il sindaco – a fare in modo che la parola discarica non sia mai più sinonimo di rischi e pericoli''. 


    0 0

    Partita aggressiva fin dai primi minuti, Roma Chelsea è stata partita vera. Garcia si è affidato a al solito 4-3-3 con Maicon, Benatia, Castan e Balzaretti in difesa, Strootman, Bradley e Florenzi a centrocampo, Totti, Lamela e Osvaldo in attacco. Fuori Pjanic e De Rossi per infortunio la Roma ha affidato il centrocampo all’olandese autore, ancora una volta di un’ottima prestazione. 

    ROMA IN VANTAGGIO- Dopo i primi minuti in cui il Chelsea (che fra una settimana inizierà il campionato) sembrava dominare il gioco a centrocampo, la Roma ha saputo reagire passando prima in vantaggio con Lamela grazie ad un grossolano errore del portiere Schwazer, poi amministrando il pallone fino al fischio. Bene Osvaldo, reduce da un lungo infortunio e anche la coppia centrale difensiva: Benatia e Castan. Già pronto de Santis, autore di alcuni ottimi interventi.

    SECONDO TEMPO- Il Chelsea parte subito veloce anche all’inizio della seconda frazione di gioco. Nessun cambio per Garcia, mentre Mourinho ridisegna la squadra. In campo resta Lampard che al 60’ realizza un gran gol con tiro da fuori area. Primi cambi per la Roma al 69’, al posto di Osvaldo è entrato Borriello mentre Marquimho ha preso il posto di Bradley. Mentre la partita sembrava ormai finita all'89' il Chelsea passa in vantaggio grazie ad una zampata del nuovo entrato Lu


older | 1 | .... | 232 | 233 | (Page 234) | 235 | 236 | .... | 324 | newer