Are you the publisher? Claim or contact us about this channel


Embed this content in your HTML

Search

Report adult content:

click to rate:

Account: (login)

More Channels


Showcase


Channel Catalog


older | 1 | .... | 237 | 238 | (Page 239) | 240 | 241 | .... | 324 | newer

    0 0

     Mentre la Juventus si lamenta dei campi della Borghesiana, la Lazio si avvicina alla sfida per la Supercoppa Italiana allenandosi nel pomeriggio sul campo dell'Olimpico. Vladimir Petkovic, dopo la fase dedicata a riscaldamento e lavoro atletico, ha incentrato la seduta sulla tattica, provando il più probabile 4-2-3-1 anti-Juventus.

    LA FORMAZIONE- In mezzo al campo toccherebbe così a Ledesma e a Biglia, unico dei nuovi acquisti che sembra destinato a indossare una maglia da titolare. Alle spalle di Klose, invece, dovrebbe agire Hernanes con Candreva e Lulic larghi. In difesa, invece, Konko e Radu saranno gli esterni mentre Biava e Dias comporranno la coppia centrale davanti a Marchetti. 


    0 0

    Conto alla rovescio in casa Andreoli per l’inizio della nuova stagione. Il via verrà dato lunedì 19 agosto con le consuete visiti mediche presso lo studio dell’osteopata Giacinta Milita. I pontini si raduneranno per rimettere in moto la macchina, almeno quella fisica, dato che quella operativa non si è mai fermata.  

    RANGHI RIDOTTI- Un avvio a ranghi ridotti, infatti come ogni anno non ci saranno gli atleti impegnati con le rispettive nazionali. La parte di potenziamento si svolgerà al Pala Fitness, al Circolo Nascosa, al “Bagno Nolivè” sul lungomare per la corsa e il beach volley, mentre per la tecnica si utilizzerà il PalaBianchini. Tutto intervallato dalle rituali visite mediche coordinate da Amedeo Verri insieme all’ortopedico Gianluca Martini, il podologo Alessandro Russo, il cardiologo Damiano Coletta, l’osteopata Giacinta Milita e il Fisioterapista Vincenzo Annarumma. Sarà il calendario internazionale con in programma i Mondiali di categoria, l’Europeo e il Norceca a decidere chi sarà ai blocchi di partenza. Ci sarà sicuramente il capitano Daniele Sottile, con lui Carmelo Gitto, Davide Candellaro, Matteo Paris, Andreas Fragkos, Maurice Torres e Sergio Noda. Daniele Tailli, impegnato dal 22 agosto al 1° settembre nel Mondiale juniores di Ankara (Tur), si aggregherà al rientro.  Saranno impegnati invece all’Europeo in Danimarca e Polonia (20-29 settembre) Salvatore Rossini, Peter Michalovic, Todor Skrimov e Pieter Verhees, mentre Jason De Rocco attende una chiamata per il Norceca (21-29 settembre) ospitato in casa. Già in programma le prime amichevoli, l’avversario sarà la nazionale dell’Algeria sabato 7 e domenica 8 settembre.

    LO STAFF MEDICO- Amedeo Verri medico sociale: “stiamo programmando una nuova stagione, la tredicesima per me a fianco del Latina. Abbiamo visto crescere la società dall’esordio in A, che di anno in anno ha sempre cercato di allestire una squadra competitiva, sforzo sempre più grande, con l’acquisto di giocatori sempre all’altezza sia del pubblico che delle aspettative. Con allenatori di fama internazionale che hanno dato lustro alla nostra società e alla Città. Il nostro obiettivo continua ad essere quello di migliorarci dal punto di vista della prevenzione e del recupero dei traumi, cercando di accorciare al massimo i tempi di recupero. Lo staff si è consolidato negli anni maturando un bagaglio di conoscenze che possiamo mettere a disposizione del club. Inizieremo la stagione con le visite preventive e di routine che verranno verificate periodicamente durante la stagione”.  L’ortopedico Gianluca Martini: ”Sono anni che sono in società e cerco di dare il mio contributo al buon esito di una stagione. Sarà un’annata molto impegnativa, anche quest’anno ci sarà il doppio impegno con la Coppa europea, oltre che ad essere più prestigioso per tutti noi, per via delle partite più ravvicinate. Gli atleti sono sottoposti a stress maggiori e sale la percentuale di infortuni che vanno affrontati e risolti. Per questo, sia dal punto di vista della preparazione fisica, che sul recupero, si deve essere più presenti e attivi per far si che ciò non accada”.


    0 0

    STROOTMAN INFORTUNATO-  Prosegue il periodo di studio di mister Garcia che contro la Ternana studia la "sua" Roma in vista dell'esordio in campionato contro il Livorno. Sconfitta per 2-1 la squadra di casa in golo sono andati Balzaretti e Strootman, mentre la rete del momentaneo pareggio dei padroni di casa è stata realizzata su calcio di rigore da Antenucci. Per almeno un'ora, fino a quando cioè Strootman non è stato costretto ad uscire per una sospetta distorsione alla caviglia sinistra (''speriamo non sia grave'' il commento a caldo di Garcia), la Roma è stata disposta in campo con la formazione che dovrebbe affrontare la trasferta di Livorno nella prima giornata di campionato. 

    LA FORMAZIONE TIPO- Garcia ha infatti schierato davanti a De Sanctis un 4-3-3 con Maicon, Benatia, Castan e Balzaretti in difesa, Pjanic, De Rossi e Strootman a centrocampo, e davanti il tridente composto da Lamela, Totti e Florenzi. Quest'ultimo probabilmente è stato l'unico "intruso" nell'undici titolare visto che nel ruolo di esterno offensivo ci sarà Gervinho, all'esordio in giallorosso contro la Ternana nella ripresa.

    OSVALDO AL SOUTHAMPTON- Di sicuro, invece, tra gli attaccanti in rosa non ci sarà più Osvaldo che è stato escluso dall'amichevole per non rischiare infortuni che avrebbero potuto pregiudicarne l'imminente cessione all'estero. L'italo-argentino, rimasto nella Capitale nonostante la convocazione della vigilia, è infatti a un passo dal trasferimento in Premier League visto che sembra aver finalmente accettato la corte del Southampton di Pochettino. La partenza di Osvaldo, oltre a permettere alla Roma di incassare una ventina di milioni e limare il monte ingaggi, farà contenti anche parecchi tifosi che avevano contestato il giocatore nell'ultimo periodo per i suoi atteggiamenti. Gran parte dei sostenitori giallorossi, invece, ha storto il naso (nel giorno che ricorre la scomparsa dell'ex presidente Franco Sensi) per la scelta della società di aprire i cancelli di Trigoria alla Juventus permettendo così ai bianconeri di svolgere nel centro sportivo la rifinitura alla vigilia della sfida di Supercoppa contro la Lazio. La decisione non è stata imposta da alcun regolamento federale, ed e' stata invece una gentile concessione dopo la richiesta arrivata ieri da parte del club di Torino.

    INCIDENTI- Momenti di tensione fuori dallo stadio Liberati tra tifosi della Roma e della Ternana prima dell'amichevole tra i giallorossi e la formazione di casa. Secondo le prime informazioni, due ternani sono rimasti feriti da coltellate ai glutei. I due sono sono stati portati in ospedale e medicati, e le loro condizioni non sono gravi. Il contatto è avvenuto nei pressi di un bar non lontano dallo stadio. Le forze di polizia sono subito intervenute per riportare la calma. Nessun problema invece all'interno del Liberati durante la partita. I due tifosi della Ternana portati in ospedale hanno riportato leggere ferite ai glutei provocate da coltelli o da altri oggetti contundenti (la polizia non esclude possa trattarsi di bottiglie rotte). Sono stati medicati al pronto soccorso e, come detto, le loro condizioni non sono gravi. Un terzo sostenitore della Ternana ha riportato delle escoriazioni. Il contatto tra le tifoserie è avvenuto fuori da un bar a 500-600 metri dallo stadio. Sono in corso indagini da parte della polizia per ricostruire con precisione quanto successo e per identificare i responsabili. Dopo la partita il deflusso dallo stadio è avvenuto tranquillamente.


    0 0

    Due cittadini dell’Ecuador, di 20 e 22 anni, entrambi già conosciuti alle forze dell’ordine, sono stati arrestati dai carabinieri di Tor Vergata con l’accusa di rapina impropria. I due giovani, questa notte, in via del Corso hanno avvicinato una turista tedesca di 21 anni e con violenza, le hanno strappato la borsa, facendola cadere a terra. Sfortunatamente per loro, proprio in quel momento, una pattuglia dei militari dell’Arma in transito ha notato la scena ed è immediatamente intervenuta, bloccando i due rapinatori.

    La vittima, soccorsa ed accompagnata presso l’ospedale “Fatebenefratelli”, a causa della caduta, ne avrà per almeno 3 giorni. La borsa invece recuperata dai Carabinieri è stata restituita alla 21enne.  I due giovani, dopo l’arresto sono stati accompagnati in caserma, a disposizione dell’Autorità giudiziaria, in attesa del rito direttissimo.


    0 0

    Ha scelto il giorno del suo 19esimo compleanno per andarsene. Lo ha fatto con un volo di ottanta di metri per essere sicura di togliersi la vita. Prima di lanciarsi nel vuoto, due notti fa da una scogliera di Ventotene, ha annunciato il suo gesto in due lettere: una era per il padre, l’altra per il fidanzato. In molti hanno provato a non credere a quella che era stato scritto.  E un’isola intera che spera di trovarla ancora viva.

    LE LETTERE E IL VOLO - La ragazza era in campagna a Punta Pascone, a casa del suo fidanzato coetaneo. Solo poche ore prima l’ennesima discussione in famiglia, come raccontano diversi conoscenti. Da pochi minuti era passata l’una, tutto accade in un attimo. Prima la 19enne prende carta e penna; poi, in silenzio, scompare nel buio. L’allarme lo lancia il ragazzo non appena trovate quelle righe. Immediate le ricerche, ma per lei non c’era già più niente da fare.

    PAESE SOTTO CHOC - La Protezione civile la trova in fin di vita su uno scoglio, dopo 80 metri di volo. A nulla sono valsi i tentativi di rianimazione. Poi il viaggio in aliscafo a Formia, per l'autopsia. Mentre la zona di Punta Pascone si risveglia sotto choc. E la mente corre al 2010, quando due 14enni romane, in gita scolastica, furono travolte da un costone crollato sulla spiaggia di Cala Rossano

    IL LUTTO CITTADINO - l sindaco ha sospeso tutte le manifestazioni in programma e proclamato il lutto cittadino. “E' una tragedia che ci sconvolge e che ha colpito tutta l'isola - ha detto Giuseppe Assenso -. Era una ragazza giovanissima, la conoscevamo tutti. Viveva qui, stava provando a lavorare. Non riusciamo a comprendere come sia potuto succedere”.

    LA FESTA DI COMPLEANNO - La giovane, dopo alcuni anni trascorsi in Germania con la madre, era tornata a vivere a Ventotene insieme al padre. Lei avrebbe voluto organizzare la sua festa di compleanno. Ma era saltata all’ultimo momento. Poi il volo di 80 metri.


    0 0

    Paura a bordo del volo della Darwin Airline, compagnia svizzera, che copre la rotta Ancona-Roma in co-sharing con Alitalia. L’aereo è rientrato ieri sera in pista pochi minuti dopo il decollo perché c'era del fumo in cabina, per fortuna non si è riscontrato nessun problema serio. ''L'aereo - fa sapere stamani l'Aerdorica, società di gestione dello scalo - è atterrato regolarmente, senza procedure di emergenza''. Dopo il guasto, per consentire il chek-up, sono stati cancellati anche i voli per Roma della notte e quello di stamani. 


    0 0

    Controlli della polizia nei luoghi della movida anche nel weekend successivo al Ferragosto. Tra cittadini e turisti sono 187 le persone e 125 i veicoli controllati e 10 le infrazioni al codice della strada elevate nelle zone di San Lorenzo, Pigneto e rione Monti.

    RIFIUTANO ALCOLTEST E AGGREDISCONO POLIZIOTTI - Una coppia in stato di ubriachezza si è rifiutata di sottoporsi al previsto alcooltest. L'uomo è stato arrestato e la compagna denunciata per resistenza, violenza e lesione a pubblico ufficiale dopo aver aggredito i poliziotti con calci e pugni. Durante i controlli in ristoranti e locali sono state verificate e sanzionate quattro inadempienze. Un etiope di 35 anni, già noto alle forze dell'ordine per vari precedenti di Polizia, in piazza Vittorio Emanuele II, dopo aver rubato un borsello all'interno di un'auto parcheggiata, ha cercato di darsi alla fuga. Alcuni testimoni presenti sul posto, hanno immediatamente cercato di bloccare il giovane iniziando ad inseguirlo insieme ad alcuni passanti. La scena non è passata inosservata ad una pattuglia del Commissariato Celio, impegnata nel controllo del territorio, l'uomè stato arrestato per furto su autovettura. Il borsello è stato recuperato e restituito al legittimo proprietario.

    TERMINI, INCENDIA BANDIERE ITALIANE E DEGLI USA -  Una pattuglia del Commissariato Trevi Campo Marzio invece era in piazza dei Cinquecento per controllare alcune attività commerciali, ma è stata fermata da alcuni dipendenti dell'Atac che, indicandogli un egiziano Y.A.I.H. di 26 anni, riferivano di averlo visto bruciare e danneggiare delle bandiere poste sulla recinzione adiacente al box delle informazioni turistiche. Quando i poliziotti l'hanno fermato, aveva ancora l'accendino in mano pronto ad incendiare altre due bandiere, una italiana e l'altra americana e ha iniziato a minacciarli scagliandosi contro di loro e procurandogli alcune lesioni. Assicurato all'interno della volante il fermato ha continuato a minacciare e oltraggiare i poliziotti, che lo hanno arrestato per vilipendio alla bandiera e danneggiamento oltre che per lesioni, minacce e resistenza a pubblico ufficiale. E' finito in cella di sicurezza anche un cittadino rumeno di 53 anni, mentre cercava di scardinare le finestre di uno stabile in abbandono sulla Tuscolana, per impossessarsi dell'anima in ferro degli infissi. Sorpreso ancora all'opera è stato arrestato per tentato furto. L'ultimo a finire in manette è C.M., un romano di 40 anni. Ubriaco infastidiva i clienti di un bar proprio, quando hanno cercato di calmarlo questo ha iniziato prima a minacciarli e poi gli si è scagliato contro sferrando calci e pugni verso i poliziotti. Dopo una breve colluttazione con i poliziotti è stato accompagnato in ospedale dove ha minacciato anche il personale sanitario. Il suo atteggiamento aggressivo, ha provocato così l'interruzione delle normali attività di pronto soccorso. Per questo motivo è stato anche denunciato per interruzione di pubblico servizio.


    0 0

    In fiamme un autodemolitore a Cinecittà. Dalle 12 i vigili del fuoco sono impegnati nello spegnimento delle fiamme, che hanno avvolto diverse auto nello sfasciacarrozze in via Gambiotti, una traversa di via Prenestina. I pompieri sono intervenuti con otto squadre, che hanno circoscritto l'incendio. A quanto si è appreso nessuna persona sarebbe rimasta ferita.

    Sono ancora a lavoro i vigili del fuoco per domare l'incendio divamapato questa mattina in un autodemolitore in via Giuseppe Candiani, nei pressi della via Prenestina. Decine le autovetture ed i pneumatici bruciati praticamente a catena. I pompieri stanno quindi cercando da una parte di domare le fiamme, dall'altra di spostare ogni singola auto per evitare il proseguire dell'incendio. Una grossa nube di fumo si sta diffondendo per tutta la zona limitrofa. Ancora da accertare le cause. Le strade tra via Raimondo Targetti e via Prenestina sono state chiuse al traffico dalla polizia municipale.


    0 0

    Si concludono oggi, con la consueta chiusura domenicale, i quattro giorni di pedonalizzazione totale di via dei Fori Imperiali tra piazza Venezia e il Colosseo, dalle 9 alle 19. Da domani sarà ripristinato il provvedimento di limitazione al traffico in vigore dallo scorso 3 agosto, con lo stop dei veicoli privati tra largo Corrado Ricci e il Colosseo. E' quanto si legge sulla pagina web dell'Agenzia per la mobilità www.muoversiaroma.it.

    BUS DEVIATI - Oggi restano deviate dalle 9 alle 19 le linee bus C3, 75, 80, 85, 87, 175 - si legge - Nel dettaglio: la linea C3 in direzione della stazione Tiburtina percorre via Labicana, via Merulana sino a piazza di Santa Maria Maggiore e poi prosegue sul consueto itinerario; le linee 53, 85, 87, 186, 571 e 810, in entrambi i sensi di marcia, percorrono piazza del Colosseo, via Celio Vibenna, via di San Gregorio, piazza di Porta Capena, stazione metro B Circo Massimo, via del Circo Massimo, piazza Bocca della Verità, via Luigi Petroselli, via del Teatro Marcello, piazza Venezia. Non transitano in via dei Fori Imperiali e dalla stazione metro B Colosseo. La linea 80, nel tratto viale Aventino-piazza Venezia, è deviata verso piazza di Porta Capena, stazione metro B Circo Massimo, via del Circo Massimo, piazza Bocca della Verità, via Luigi Petroselli, via del Teatro Marcello, piazza Venezia. Non transita in via di San Gregorio, via Celio Vibenna, stazione metro B Colosseo e via dei Fori Imperiali. La linea 175, nel tratto compreso tra piazzale Ugo La Malfa e piazza Venezia, è deviata su via del Circo Massimo, piazza Bocca della Verità, via Luigi Petroselli, via del Teatro Marcello, piazza Venezia. Non transita in via del Circo Massimo (tratta piazzale Ugo La Malfa-stazione metro B Circo Massimo), via di San Gregorio, via Celio Vibenna, stazione metro B Colosseo e via dei Fori Imperiali. La linea 75 segue la normale deviazione festiva (da piazza del Colosseo per via Labicana, via Merulana e Santa Maria Maggiore). Resta regolare il percorso della linea di bus notturni n2 che normalmente percorre via dei Fori Imperiali. Sospesa la fermata delle linee bus di fronte alla stazione Colosseo /metro B.

    VIA DEL CORSO - L'attività di controllo della velocità con gli autovelox mobili torna in funzione tra largo Corrado Ricci e piazza del Colosseo dalle 19 alle 3 e poi da domani nel corso della giornata. Domenica prossima, come di consueto nei giorni festivi, sarà attiva anche la pedonalizzazione di parte di via del Corso. Le linee 81, 590 e 628, dirette a piazza Venezia, dalle 9 alle 19, invece di percorrere via del Corso passeranno per via Monte Brianzo, corso Rinascimento e largo Argentina. 


    0 0

    Un diavolo con la maglia dei "Saints". Pablo Daniel Osvaldo, attaccante italo-argentino noto per i suoi gol acrobatici e il suo carattere fumantino, lascia l'Italia e la Roma per volare in Inghilterra. Ad attenderlo il Southampton di Mauricio Pochettino, suo allenatore già ai tempi dell'Espanyol.

    L'ANNUNCIO- L'annuncio ufficiale del trasferimento è arrivato al termine di una giornata in cui a Trigoria è andato in scena l'incontro decisivo tra i dirigenti giallorossi, i colleghi inglesi, lo stesso giocatore e il suo entourage. ''Il Southampton è lieto di annunciare l'ingaggio dalla Roma dell'attaccante della nazionale italiana Osvaldo - è stato il tweet del club di Premier League - Il giocatore ha firmato un contratto di quattro anni e verrà presentato ufficialmente lunedì. Welcome Osvaldo”.

    DUE ANNI DI AMORE E ODIO- Nelle casse di Trigoria, come comunicato dalla Roma, finiranno 15,1 milioni di euro più ''un massimo di 2 milioni di euro per bonus legati al raggiungimento da parte del calciatore e del club inglese di determinati obiettivi sportivi”. Osvaldo sveste così la maglia giallorossa dopo appena due anni contraddistinti da alti e bassi, da molti gol (28 in 57 partite) e altrettanti comportamenti sopra le righe. Da ricordare, in negativo, il ceffone rifilato al connazionale Lamela nello spogliatoio di Udine sotto la gestione Luis Enrique (che per punirlo lo escluse dalla trasferta in casa della Fiorentina), gli attriti con l'ex dg Franco Baldini, e soprattutto il botta e risposta al veleno con Andreazzoli (''incapace e laziale" l'accusa mossa al sostituto di Zeman) dopo il derby perso in finale di Coppa Italia contro la Lazio. Ad incidere sull'addio di Osvaldo alla Capitale anche il rapporto di amore-odio con la tifoseria, con cui nell'ultimo periodo era finito ai ferri corti. Sia nel ritiro di Riscone di Brunico sia al ritorno a Roma, infatti, l'attaccante era stato platealmente contestato, e nei giorni scorsi sotto la propria abitazione aveva trovato la scritta ''Osvaldo pezzo di m...''. Scritta fotografata e postata su twitter, dopo il duro sfogo della compagna (''patetici tifosi maleducati, fatevi una vit'), con un laconico ''che tristezza...''. Adesso con la nuova avventura al Southampton prover a ritrovare il sorriso perduto.


    0 0

    Andrew Howe tornerà a vestire la maglia della Nazionale il prossimo 31 agosto al Decanation di Valence (Francia). Lo ha annunciato il direttore tecnico Massimo Magnani a Mosca. Il 28enne dell'Aeronautica sarà schierato nel salto in lungo, specialità nella quale ha stabilito il record italiano assoluto (8,47) in occasione dell'argento conquistato ai Mondiali di Osaka 2007. Howe non vestiva l'azzurro dalla finale degli Europei di Barcellona 2010 quando si piazzò quinto.

    GLI EUROPEI- L'Italia pensa a una candidatura per gli Europei 2020 di atletica. Ad annunciarlo è il presidente della Fidal, Alfio Giomi. ''A proposito di obiettivi internazionali stiamo progettando di candidare Roma agli Europei del 2020 e di organizzare in Italia un circuito di meeting con un altro evento al livello del Golden Gala, magari a Milano per ricostruire un evento tipo la Notturna, facendo leva anche sulle opportunità offerte dall'Expo”, ha spiegato il n.1 della federazione italiana. 


    0 0

    22: 20 - Tevez ribadisce in rete un tiro di Pogba, dopo un'azione tamburellante. I bianconeri mettono le mani sul primo trofeo della stagione

    22:18 - Lazio completamente sbilanciata in avanti che subisce il terzo gol con l'esterno Lichsteiner

    22:16 - La Juve riparte in contropiede, dopo un calcio d'angolo della Lazio, e raddoppia con Chiellini che sfrutta l'assist di Lichsteiner lanciato da Vidal 

    21:28 - Al 24esimo minuto la squadra di Conte è passata in vantaggio con il gol di Pogba che ha sfruttato un assist di Lichtsteiner che ha crossato il pallone dopo il passaggio su punizione di Pirlo. Il francese, che aveva sostituito pochi minuti prima l'infortunato Marchisio, ha girato di sinistro battendo il portiere biancoceleste Marchetti.

    Attesa allo stadio Olimpico per la finale della Supercoppa Italiana tra Juventus e Lazio che si disputerà questa sera alle 21 allo stadio Olimpico. Traffico già deviato, divieto di parcheggio in diverse zone limitrofe già dalle otto di questa mattina. Forze dell'ordine e polizia municipale già pronti per l'evento. Ieri il Questore di Roma, Fulvio della Rocca ha presieduto il Tavolo Tecnico per la programmazione del piano per la sicurezza con i relativi dispositivi relativi all’accoglienza, l’orientamento, il controllo e la sicurezza dei tifosi della Juventus che raggiungeranno la Capitale a bordo di pullman turistici e mezzi propri.

    JUVENTINI SCORTATI - E' previsto l'arrivo di circa 54.000 spettatori. Per la tifoseria juventina al fine di garantirne l’arrivo in condizioni di sicurezza nei pressi dell’impianto sportivo, sono stati individuati gli itinerari attraverso i quali sarà possibile raggiungere i tre punti di raccolta: Saxa Rubra (area di Via Silvio Gigli) per i tifosi della Juventus provenienti dai caselli Roma Nord e Roma Ovest, Stazione Tiburtina-Largo Guido Mazzoni per i tifosi della Juventus residenti nella Capitale, Via Schiavonetti per i tifosi della Juventus provenienti dai caselli Roma Sud e Roma Est. Da questi punti i tifosi bianconeri saranno accompagnati allo stadio a bordo di mezzi Atac messi a disposizione dall’azienda di trasporto pubblico su richiesta dell’Ufficio di Gabinetto del Questore e debitamente scortati dalle Forze dell’Ordine. Al fine di snellire le procedure di afflusso senza pregiudicare la capillarità dei controlli di prefiltraggio è stato disposto il potenziamento dei varchi attraverso i quali sarà possibile accedere nei settori riservati alle due tifoserie, ricordando la divisione dell’impianto che prevede Curva Sud e Monte Mario Juventine, mentre Curva Nord e Tribuna Tevere Laziali. Al riguardo è stata anche pianificata la disponibilità di circa 800 steward, parte dei quali messi a disposizione dalla Juventus e da una società esterna. Quanto alla mobilità, con Polizia di Roma Capitale è stato definito il piano per la mobilità dell’area interessata dall’appuntamento sportivo.

    VIABILITA' - Dalle 13 al termine del deflusso post-gara sono chiuse al traffico: viale Giuseppe Volpi, piazzale della Farnesina, piazza Lauro De Bosis, lungotevere, piazzale e largo Maresciallo Diaz, via Edmondo De Amicis, viale del Campeggio, largo Ferraris IV, viale Tommaso Tittoni, viale Paolo Boselli, via Mario Toscano (compresa area parcheggio), via Salvatore Contarini (compresa area parcheggio), via dei Monti della Farnesina (un tratto di 200 metri da largo Ferraris IV), lungotevere Maresciallo Cadorna, via Roberto Morra di Lavriano (compresa area parcheggio lato distributore), viale dei Gladiatori, viale delle Olimpiadi, Ponte Duca d’Aosta e piazzale Maresciallo Giardino. Sulle stesse strade è previsto lo sgombero dei veicoli in sosta entro le 8 di domenica. In caso di necessità, sarà possibile la chiusura al traffico anche in viale della Macchia della Farnesina, via dei Robilant, piazzale dello Stadio Olimpico e viale Antonino da San Giuliano. Temporaneamente sospesi anche i capolinea Atac in piazzale Maresciallo Giardino e largo Maresciallo Diaz. Misure straordinarie anche per i pullman che porteranno in città i tifosi della Juventus. Saranno indirizzati nelle aree di sosta di via Silvio Gigli, (nei pressi della stazione Saxa Rubra della ferrovia Roma-Viterbo), largo Guido Mazzoni (nei pressi della stazione FS-Roma Tiburtina) e via Luigi Schiavonetti (Autostrada Roma-Napoli). Da qui i tifosi raggiugeranno lo stadio a bordo di bus navetta. Un’altra area di sosta per i pullman è prevista in lungotevere della Vittoria. Potenziato anche il servizio di trasporto pubblico che collega varie zone della città con il Foro Italico. Sia per l’afflusso che per il deflusso, l’Atac ha predisposto corse aggiuntive sulle linee 2 (da piazzale Flaminio), 32 (da piazza Risorgimento), 69 (da largo Sergio Pugliese), 280 (da piazzale dei Partigiani), 446 (dalla circonvallazione Cornelia), 628 (da via Cesare Baronio) e 910 (dalla Stazione Termini). 


    0 0

    La Lazio sull'onda dell'entusiasmo, dopo il trionfo in Coppa Italia contro i "cugini" della Roma; la Juventus per rispondere alle critiche piovute dopo la difficile tournee negli Stati Uniti. Questo e' il leitmotiv della gara di questa sera, all'Olimpico di Roma, fra i bianconeri di Antonio Conte e i bincocelesti di Vladimir Petkovic. In palio c'e' il primo trofeo stagionale, ovvero la Supercoppa Italiana, detenuta proprio dalla Juventus, che lo scorso anno vinse, allo stadio nazionale di Pechino, contro il Napoli, fra mille polemiche per la direzione della gara, la prima nel calcio italiano con i due arbitri di porta. 

    LE FORMAZIONI - Alle 21, il fischio d'inizio lo dara' Gianluca Rocchi della sezione di Firenze. Una partita, certamente complicata da gestire, accompagnata dalla speranza di tutti di iniziare bene la nuova stagione, senza scontri tra le tifoserie e senza polemiche per le decisioni arbitrali. I riflettori, dunque, saranno puntati principalmente sui 22 in campo. Queste le probabili formazioni, con pochissime novita' rispetto alle squadre dello scorso anno, ovvero Tevez in attacco fra i bianconeri e Biglia a centrocampo fra i capitolini. Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Vidal, Pirlo, Marchisio, Asamoah; Tevez, Vucinic. Lazio (4-2-3-1): Marchetti; Konko, Biava, Dias, Radu; Biglia, Ledesma; Candreva, Hernanes, Lulic; Klose. Capitan Mauri, sotto squalifica, sara' invece in tribuna. 


    0 0

    “Proseguono gli interventi della task force messa in campo da Regione Lazio, Corpo Forestale dello Stato e Vigili del Fuoco sugli incendi, che anche oggi sono divampati in tutto il territorio regionale. In questa domenica di agosto i roghi sono stati 38 in tutto il Lazio, nello specifico 19 nella provincia di Roma, 11 nella zona di Latina, 5 nel frusinate, 2 nel viterbese e 1 nel reatino.

    Gli incendi di maggiore rilevanza, che hanno richiesto l'intervento di mezzi aerei, si sono verificati nella zona di Latina, 4 e tutti boschivi, in particolare a Fondi, in località Monte Cocuruzzo (2 elicotteri regionali), a Itri, località Madonna della Civita (2 elicotteri regionali), Rocca Gorga (un elicottero regionale e un aeromobile forestale) e a Formia (un elicottero regionale). L’incendio boschivo che ha richiesto più mezzi aerei d’intervento è stato quello ad Alatri in località Monte Reo, dove si sono alzati in volo un elicottero regionale, un aeromobile del Corpo Forestale e due Canadair dei Vigili del Fuoco. L’ultimo incendio, non boschivo, si è verificato a Riano in provincia di Roma, dove a gettare acqua sulle fiamme è stato un elicottero regionale. Il numero di organizzazioni di volontariato intervenute è stato di 56 con oltre 200 operatori impegnati nelle operazioni di spegnimento". Lo comunica in una nota la Regione Lazio. 


    0 0

    Primi lenti rientri nella Capitale. Secondo quanto verificato dalla polizia stradale si registra un leggero aumento del traffico dalle autostrada in ingresso per la capitale. Un traffico motivato però anche da spostamenti della domenica per gite al mare. Secondo i dati di Luce Verde regionale risulta inoltre bloccata la via Aurelia per un'auto che ha preso fuoco tra Riva dei Tarquini e Tarquinia in direzione di Roma. Incendio sull'A1 di sterpaglie al lato della strada nel tratto compreso tra Guidonia Montecelio e la diramazione di Roma Nord. Trafficata la A24 tra Tivoli e la barriera di Roma Est con code verso la capitale. Rallentamenti sull'Appia nei pressi del centro abitato di Velletri a causa del traffico intenso. 


    0 0

    Il Codacons lancia oggi una class action contro lo Stato Italiano per i gravissimi disagi subiti dai nostri connazionali in vacanza in questi giorni in Egitto. "Sul sito www.codacons.it e' disponibile da oggi la raccomandata che i turisti italiani attualmente in villeggiatura nelle localita' egiziane devono inviare entro 10 giorni dal rientro in patria per ottenere i dovuti indennizzi - spiega il Presidente Carlo Rienzi - Attraverso il nostro sito e' inoltre possibile fornire l'adesione all'azione collettiva del Codacons, finalizzata a chiedere alla Farnesina fino a 5mila euro di risarcimento per i danni da vacanza rovinata". 

    "ENORMI DIFFICOLTA' "- "I ritardi del ministero degli esteri - prosegue la nota del Codacons - nell'inserire l'Egitto tra le mete sconsigliate, nonostante da settimane da piu' parti si chiedesse un simile provvedimento, hanno prodotto una situazione catastrofica: da un lato 19mila italiani bloccati nei resort e nelle strutture turistiche dell'Egitto, dall'altro migliaia di turisti del nostro paese che avrebbero dovuto partire nei prossimi giorni per le localita' egiziane, i quali stanno incontrando enormi difficolta' nel riuscire a trovare mete alternative dove trascorrere le vacanze estive".

    LA CASSAZIONE - "La giurisprudenza italiana, fino in Corte di Cassazione, ha riconosciuto l'esistenza del "danno da vacanza rovinata" - prosegue Rienzi - che si determina quando lo scopo stesso della vacanza, ossia lo svago e il divertimento, viene meno a causa di svariati fattori, compresa la paura per una situazione di pericolo o di instabilita'. Per tale motivo invitiamo tutti i turisti italiani attualmente in villeggiatura in Egitto e quelli che, a causa degli ultimi sviluppi, hanno dovuto rinunciare alle proprie vacanze estive, ad aderire alla class action del Codacons per far valere i propri diritti e chiedere risarcimenti fino a 5mila euro" conclude Carlo Rienzi.


    0 0

    ''V'arzamo in faccia il nome immortale...AsRoma''. Questo il testo del messaggio portato in cielo sopra lo stadio Olimpico da un aereo in occasione della finale di Supercoppa tra Lazio e Juventus. L'iniziativa da parte della tifoseria giallorossa e' una risposta indiretta al tormentone coniato da quella biancoceleste dopo il successo nel derby in finale di Coppa Italia dello scorso 26 maggio che recitava ''T'ho arzato la coppa in faccia''


    0 0

     Piccoli tafferugli tra tifoserie avversarie prima della finale di Supercoppa allo stadio Olimpico tra Juventus e Lazio. Due tifosi bianconeri, a quanto si è appreso, sono stati "puncicati" con un coltello sulle natiche, verosimilmente da appartenenti alla tifoseria avversa. Il fatto è avvenuto sul Ponte della Musica. Sulla vicenda indaga la polizia di Stato. 


    0 0

    È della Juventus il primo trofeo della stagione. I bianconeri di Antonio Conte, all'Olimpico di Roma, hanno vinto la Supercoppa Italiana, mettendosi alle spalle la non positiva tournee negli Stati Uniti. Quelle, però, erano gare amichevoli: appena, questa sera, si è trattato di fare sul serio gli uomini di Conte hanno uscito gli artigli e non hanno lasciato scampo alla Lazio, imponendosi nettamente, per 4-0, conquistando così la sesta Supercoppa Italiana nella storia del club di Torino.

    LAZIO TROPPO GUARDINGA- La squadra di Petkovic, che veniva dal successo in Coppa Italia sui "cugini" della Roma e che avrebbe dovuto sfruttare l'entusiasmo di tutto lo staff biancoceleste, è apparsa invece troppo guardinga al cospetto dei campioni d'Italia. Inizialmente i due allenatori hanno schierato formazioni molto simili a quelle dello scorso campionato, con due sole novità: Tevez in attacco nei bianconeri e Biglia a centrocampo nei capitolini. Conte si è affidato, dunque, al trio Barzagli, Bonucci, Chiellini davanti a Buffon, al consueto centrocampo con Pirlo, Vidal e Marchisio (sostituito al 21' del primo tempo da Pogba, per una problema al ginocchio sinistro), a Lichtsteiner e Asamoah sulle fasce e al duo Vucinic-Tevez in avanti. Petkovic ha puntato, invece, su Marchetti fra i pali, Cavanda, Biava, Dias e Radu in difesa (con Konko in panchina per un problema muscolare avvertito durante il riscaldamento), su Biglia, Ledesma, Candreva, Hernanes e Lulic in mediana e sul solito Klose in attacco.

    CORI RAZZISTI- Le reti sono state siglate da Pogba al 23', con una bella girata di sinistro dal dischetto del rigore; da Chiellini al 52', servito in contropiede da Lichtsteiner; dallo stesso giocatore svizzero al 54', dopo uno splendido uno-due con Vucinic, e da Tevez al 57', con un piattone di sinistro dopo due interventi miracolosi di Marchetti. La gara, quindi, si è chiusa sul 4-0: da segnalare solo la girandola di sostituzioni e i soliti stupidi "buu" razzisti all'indirizzo di Asamoah e Pogba. 

    Juventus-Lazio 4-0 (1-0) nella finale della Supercoppa italiana 2013. Juventus (3-5-2): Buffon 7; Barzagli 6.5 (30' st Caceres s.v.), Bonucci 7, Chiellini 7; Lichtsteiner 8 (37' st Ogbonna s.v.), Vidal 7, Pirlo 6.5, Marchisio s.v. (21' pt Pogba 7), Asamoah 6.5; Vucinic 7.5, Tevez 6.5. (30 Storari, 5 Ogbonna, 11 De Ceglie, 12 Giovinco, 14 Llorente, 17 Marrone, 20 Padoin, 27 Quagliarella, 32 Matri, 33 Isla). All.: Conte 8. Lazio (4-2-3-1): Marchetti 4.5; Cavanda 4.5, Biava 4.5, Dias 5, Radu 4.5 (12' st Ederson 5); Ledesma 5 (12' st Floccari 4.5), Biglia 5; Candreva 5.5, Hernanes 4 (25' st Onazi s.v.), Lulic 6; Klose 5. (1 Bizzarri, 95 Strakosha, 2 Ciani, 4 Crecco, 9 Rozzi, 15 Gonzalez, 18 Kozak, 27 Cana, 85 Novaretti). All. Petkovic 4.5. Arbitro: Rocchi di Firenze 6 Reti: nel pt 23' Pogba; nel st 7' Chiellini, 9' Lichtsteiner, 12' Tevez Angoli: 4-2 per la Lazio Recupero: 2' e 0' Ammoniti: Hernanes e Dias per gioco scorretto, Barzagli per comportamento antiregolamentare Spettatori: 57.000 per un incasso di 1.900.000 euro. 


    0 0

    "Abbiamo mollato dopo il secondo gol, mi dispiace per i nostri tifosi, per l'ambiente, ci scusiamo, ma ora voltiamo pagina e cominciamo una nuova storia". Così il tecnico della Lazio, Vladimir Petkovic, ai microfoni di Rai1, dopo la netta sconfitta (4-0) incassata in Supercoppa, all'Olimpico, contro la Juventus. "Potevamo evitare il 2-0, su un angolo a nostro favore abbiamo preso il gol, siamo stati un po' naif e abbiamo subito il raddoppio, poi c'è stato un calo psicologico, un black-out e sono arrivati gli altri due gol". La Lazio ha sofferto le discese di Lichtsteiner. "Si ma dopo il 2-0, fino al 2-0 non avevano creato molto, sul loro primo gol potevamo evitare, se c'era, il fallo - continua Petkovic -, la Juve è stata più furba, ha meritato questa vittoria e quindi complimenti ai bianconeri".

    LA DOCCIA FREDDA- Una doccia fredda per la Lazio dopo un'estate vissuta in festa per il trionfo in Coppa Italia. "Abbiamo cercato di tornare subito con i piedi per terra, adesso dobbiamo subito riprenderci. Forse eravamo troppo sicuri di poter fare risultato contro questa Juve anche senza il 100% delle nostre forze, non è stato cosi'". Tanta amarezza ma nessun dramma. "Dobbiamo fare un esame di coscienza, iniziando da me, bisogna riconoscere i propri errori, guardarsi in faccia, discutere e ricominciare da zero, il nostro cammino inizia da oggi, dopo sconfitte del genere bisogna reagire e noi sicuramente arriveremo pronti per la partita di campionato contro l'Udinese. Mi dispiace per i nostri tifosi, per l'ambiente, ci scusiamo, ma adesso voltiamo pagina e cominciamo una nuova storia. Con l'Udinese e poi con la Juve a Torino, si vedrà un'altra Lazio".


older | 1 | .... | 237 | 238 | (Page 239) | 240 | 241 | .... | 324 | newer