Are you the publisher? Claim or contact us about this channel


Embed this content in your HTML

Search

Report adult content:

click to rate:

Account: (login)

More Channels


Showcase


Channel Catalog


older | 1 | .... | 245 | 246 | (Page 247) | 248 | 249 | .... | 324 | newer

    0 0

    Vladimir Petkovic non ha potuto far altro che constatare ancora una volta la superiorità della Juventus dopo il 4-1 di stasera che ha fatto seguito al 4-0 subito dalla Lazio nella Supercoppa italiana meno di due settimane fa: "Il risultato di oggi è giusto - ha detto il tecnico biancoceleste a Sky Sport - ad una squadra forte come la Juve non si possono concedere certi gol e dobbiamo essere più cinici trasformando quelle che creiamo". Secondo Petkovic ha condizionato anche la sconfitta in Supercoppa: "Sì, soprattutto per l'atteggiamento della squadra all'inizio. Con l'abilità negli inserimenti che hanno non puoi concedergli certi spazi. Penso che con una squadra così bisogna stare più stretti".

    ERRORI FATALI- Il tecnico laziale ha poi aggiunto: "La Pausa? Non fa mai bene, abbiamo 12 giocatori che andranno via. farà bene per riflettere e perché finalmente finirà il mercato". Tornando alla sfida di stasera, Petkovic ha parlato degli errori sui primi due gol: "C'è stata mancanza di comunicazione - ha aggiunto . Dopo il 2-0 ci siamo messi bene in campo non è più successo. Il difensore deve avvisare il centrocampista, ma anche il libero deve stare più indietro". Anche il centrocampo pare aver sofferto, nonostante un Candreva più avanzato: "Contro l'Udinese avevamo fatto bene - ha controbattuto il tecnico -. Candreva più avanti? Sicuramente non è questa la chiave della sconfitta di stasera. Aveva più libertà in fase di possesso ma dovevamo giocare più in alti per non permettere alla Juve tutta quella libertà a centrocampo".

    YLMAZ- Infine un pensiero all'arrivo di Burak Yilmaz: "Penso che Burak abbia un curriculum importante, è forte, ha giocato per tutte le quattro squadre più importanti della Turchia. Consiglio di seguirlo per il futuro. Ora penso alla squadra che ho a disposizione e a questa sconfitta". 


    0 0

    ''Questa storia di Ylmaz è un film mediatico, nessuno può' dire di avermi mai sentito pronunciare il nome di quel giocatore. Ylmaz è un problema della Turchia, io guardo ai fatti e so che un attaccante lo abbiamo gia preso, Perea, e che lunedì annuncerò' un altro arrivo''. Lo ha detto il presidente della Lazio, Claudio Lotito, intervistato da Sky Sport prima della sfida con la Juve a Torino.

    NESSUN INDIZIO- Il presidente biancoceleste non ha lasciato trapelare nulla sull'identità del prossimo acquisto e ha invece voluto sottolineare che ''la Lazio ha già messo a segno sette acquisizioni nel mercato estivo, compreso il nazionale colombiano Perea, per il quale presto depositeremo il contratto''. ''Tutto il resto sono solo chiacchiere mediatiche - ha concluso Lotito - e come presidente e proprietario sono l'unico a poter dire quel che succede nella mia società". 


    0 0

    Quattro gol in Supercoppa e quattro in campionato, la Lazio esce ancora sconfitta nella sfida contro la Juventus. Finisce 4-1 la trasferta torinese di Petkovic con un unico guizzo del solito Klose.  Dopo il 2-0 tuttavia la squadra di Conte è sembrata addormentarsi e quella di Petkovic è cresciuta, riaprendo la partita con Klose.  Una partita che era sembrata - come in Supercoppa - una passeggiata invece si è trasformata in un incubo sotto i colpi di Hernanes e Candreva. Buffon, dopo l'errore sul gol di Klose, è diventato insuperabile. Nella ripresa poi Vucinic ha allontanato i fantasmi di un risultato negativo e Tevez (ancora lui) ha segnato il quarto gol nel finale. Anche se la vera Juve si era vista a sprazzi il risultato è stato rotondo e i bianconeri hanno confermato il loro pragmatismo, portando a casa altri tre punti preziosi.

    SUPERIORITA’ JUVE- La Lazio ha perso i tre punti e Hernanes, che si è fatto ingenuamente espellere. Non c'è stata nessuna rivincita di Supercoppa, quindi. La Juventus ha dimostrato con questo risultato di essere nettamente superiore alla Lazio che, come l'anno scorso in campionato, ha tuttavia dato filo da torcere ai bianconeri. La squadra di Petkovic è ben strutturata, ha saputo ribattere alla partenza-sprint dei bianconeri, ma non è riuscita a raddrizzare il risultato. Conte, che aveva alzato i toni stigmatizzando la cessione di Giaccherini e Matri, può essere soddisfatto per questa terza vittoria dei suoi in gare ufficiali, ma non del calo dei suoi in finale di primo tempo. Il tecnico bianconero si sta avvicinando a Capello con 64 vittorie in 99 partite (don Fabio ne ottenne 65 in 100) e ha superato Lippi (63). 


    0 0

    I carabinieri di Ostia hanno arrestato C.M., pregiudicato romeno di 42 anni, con l’accusa di stalking ai danni della sua ex moglie, una 43enne romena residente ad Ostia.

    I PRECEDENTI - Nei mesi scorsi l’uomo era già stato denunciato dalla donna per i maltrattamenti subiti e, nel mese di luglio, i carabinieri gli avevano notificato l’ordine di allontanamento dall’abitazione familiare ed il divieto di avvicinamento alla donna ed ai luoghi che frequentava. Nonostante ciò, ieri pomeriggio l’uomo si è presentato nuovamente sotto l’abitazione della donna, cominciando a citofonare ripetutamente, insultandola e minacciandola di morte.

    L'ARRESTO - L’ex moglie, spaventata, ha quindi contattato il 112 e, quando i carabinieri sono giunti sul posto, hanno sorpreso l’uomo che era ancora sotto l’abitazione della donna e continuava a proferire minacce di morte verso di lei, qualora non fosse tornata a farlo vivere con lui. Questa volta, però, per C.M. sono scattate le manette ai polsi e per lui si sono spalancate le porte del carcere capitolino di Regina Coeli, dove adesso rimane in attesa di essere interrogato dal giudice del Tribunale.


    0 0

    Saranno accesi venerdì 6 settembre i varchi elettronici della Ztl notturna di Testaccio in tutti e dieci gli accessi all’area interdetta, il venerdì e il sabato dalle 23 alle 3, ai non autorizzati. Per i primi 30 giorni, comunque, il sistema elettronico verrà gestito nella modalità di pre-esercizio, con le pattuglie della Polizia Locale, che continueranno a garantire l’accesso agli aventi diritto e a sanzionare gli eventuali trasgressori. I varchi quindi saranno accesi ma non rileveranno infrazioni. Gli impianti installati sono della stessa tipologia di quelli che già presidiano le altre Ztl della città e sono dotati del pannello luminoso sul quale fin da venerdì 6 settembre comparirà l’avviso “varco attivo” negli orari di vigenza della limitazione. Solo al termine della fase di pre-esercizio il sistema inizierà controllare e sanzionare automaticamente i non autorizzati.

    PER RICHIEDERE I DOCUMENTI PER IL PERMESSO - L’Agenzia per la Mobilità ha predisposto un piano di comunicazione e informazione ai residenti e ai domiciliati che riceveranno una lettera con la descrizione delle modalità e dei documenti necessari per richiedere il permesso di accesso alla Ztl. Moduli, tariffario e ogni altra informazione sui permessi saranno comunque disponibili da domani, lunedì 2 settembre, sui siti Internet www.agenziamobilita.roma.it e www.muoversiaroma.it. Il tagliando può essere richiesto all’Agenzia per la mobilità (lo sportello al pubblico di piazzale degli Archivi, 40 è aperto dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 16,30) dalle seguenti categorie di cittadini: residenti (anche on-line); domiciliati (anche on-line); titolari di laboratorio artigianale sito nella Ztl Testaccio; operatori che svolgono attività lavorativa nella Ztl Testaccio in orari notturni; proprietari di posto auto sito nella Ztl Testaccio (solo transito). Tutte le altre categorie autorizzate al transito nella Ztl notturna di Testaccio (disabili, auto elettriche, etc.) non dovranno richiedere il permesso. L’Agenzia per la mobilità provvederà a trasferire le targhe dei veicoli già presenti nelle liste delle altre Ztl della città.

    DOVE SONO I VARCHI - Dove sono i varchi: via Galvani, all’incrocio con via Nicola Zabaglia; via Galvani, all’incrocio con via Marmorata; via Zabaglia all’incrocio con via Galvani; via Romolo Gessi, all’altezza del lungotevere Testaccio; via Antinori, all’altezza del lungotevere Testaccio; via Ferraris all’altezza del lungotevere Testaccio; via Franklin, all’altezza del lungotevere Testaccio; via Franklin, all’altezza dell’incrocio con via Manuzio; via Giovanni Branca, intersezione con via Marmorata; via Giovanni Battista Bodoni, all’incrocio con via Marmorata.red


    0 0

    E’ ancora una volta l’ubriachezza all’origine di due episodi di aggressione nei confronti di poliziotti e che ha portato nella notte all’arresto di due cittadini stranieri.

    PRIMAVALLE - Il primo episodio è avvenuto nel quartiere Primavalle, dove in stato di ebbrezza alcolica e visibilmente alterato, un uomo ha bussato ripetutamente al portone del Commissariato di zona, prendendolo a calci. S.I. cittadino moldavo di 31 anni, non si è calmato nemmeno quando il poliziotto in servizio al corpo di guardia ha chiamato rinforzi per tentare di arginare le sue intemperanze. Incurante della presenza degli agenti del Reparto Volanti ed insofferente ai loro tentativi di calmarlo, l’uomo li ha più volte aggrediti, colpendoli con calci e pugni. Solo al termine di una colluttazione i poliziotti sono riusciti a bloccarlo e lo hanno arrestato per il reato di resistenza e lesioni a pubblico Ufficiale. Gli accertamenti successivi hanno rivelato che l’uomo non è nuovo ad episodi del genere essendo già stato arrestato in precedenza per episodi simili.

    OSTIENSE - E’ stato invece arrestato, poco lontano da Piazzale Ostiense dagli agenti del Reparto Volanti S.D., cittadino ucraino di 28 anni, che ha prima aggredito una donna e poi ha tentato di fuggire a bordo di una bicicletta. La immediata segnalazione della vittima al 113 e la descrizione dell’aggressore ha permesso ai poliziotti di individuarlo poco lontano mentre tentava di allontanarsi. Alla vista degli agenti ha abbandonato la sua bicicletta continuando la fuga a piedi ma è stato raggiunto e bloccato dopo averli aggrediti e colpiti con calci e pugni. L’uomo è stato accompagnato negli uffici di Polizia e arrestato per il reato di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

    APPIO - Uditi alcuni rumori sospetti provenire da un appartamento adiacente un condomino di uno stabile di via Nocera Umbra ha cercato di vedere dallo spioncino quanto stesse accadendo ma si è accorto che era stato oscurato. E’ partita pertanto la richiesta di aiuto al 113. Sul posto la Sala Operativa della Questura ha inviato due equipaggi, uno del Commissariato Appio ed uno del Commissariato S. Giovanni. Gli agenti, giunti sul posto, hanno per prima cosa bloccato l’ascensore per ostacolare una delle possibili vie di fuga ai ladri , e poi hanno poi iniziato il sopralluogo ai vari piani. Nel salire, hanno notato 3 uomini con borse a tracolla che, vistisi scoperti, hanno tentato di darsi alla fuga. Oltre a spintonare i poliziotti per cercare di dileguarsi, uno di loro ha estratto un coltello a serramanico ed ha tentato di colpire gli agenti. Il suo tentativo non ha avuto successo ed è stato subito disarmato e bloccato, insieme agli altri due complici. I tre, trovati in possesso di numerosi attrezzi atti allo scasso e di due coltelli, sono stati quindi accompagnati presso il Commissariato Appio. Dal sopralluogo effettuato nello stabile, è emerso infatti che i tre avevano già divelto la serratura di un’abitazione e si accingevano pertanto ad entrare all’interno. K.D. e K.D., entrambi georgiani, di 20 e 28 anni e G.L. armeno di 28 anni, sono stati quindi arrestati per il reato di tentata rapina e porto abusivo di arma da taglio, e gli agenti hanno sequestrato gli arnesi atti allo scasso contenuti nelle borse che portavano al seguito.


    0 0

    Si profila gia' una forte mobilitazione popolare per la giornata di preghiera e digiuno per la pace in Siria, in Medio Oriente e nel mondo intero indetta per sabato prossimo, 7 settembre, da papa Francesco. Il Pontefice, oltre a sollecitare iniziative in tutte le Chiese locali, ha dato appuntamento in Piazza San Pietro per sabato dalle 19.00 alle 24.00 e fin da ora si annuncia una partecipazione di massa.

    LE ADESIONI - Varie associazioni e movimenti cattolici, anche giovanili, stanno aderendo all'appello del Papa, dalle Acli agli scout dell'Agesci. "Il 7 settembre tutti insieme per la pace con papa Francesco in Piazza San Pietro dalle 19 alle 24", e' la convocazione lanciata dai Papaboys sul loro profilo Facebook. L'iniziativa di pace, che non ha praticamente precedenti, vedra' protagonista in Piazza San Pietro proprio papa Francesco, che oltre ai fedeli cattolici ha invitato alla partecipazione, "nel modo che riterranno piu' opportuno", anche quelli delle altre confessioni cristiane, quelli delle altre religioni, e anche i non credenti: in genere "tutti gli uomini e le donne di buona volonta'". Si attende inoltre la partecipazione dei movimenti pacifisti, in reazione ai venti di guerra per il possibile intervento internazionale in Siria. Il programma dettagliato dell'evento e' ancora in via di definizione ma le previsioni parlano gia' di un afflusso da grande raduno...

    L'APPELLO PER LA PACE - Nel suo accorato appello di oggi per la pace in Siria e nel Medio Oriente, papa Francesco ha citato Giovanni XXIII. ''Non sia risparmiato alcuno sforzo per garantire assistenza umanitaria a chi e' colpito da questo terribile conflitto, in particolare agli sfollati nel Paese e ai numerosi profughi nei Paesi vicini. Agli operatori umanitari, impegnati ad alleviare le sofferenze della popolazione, sia assicurata la possibilita' di prestare il necessario aiuto. Che cosa possiamo fare noi per la pace nel mondo? Come diceva Papa Giovanni: a tutti spetta il compito di ricomporre i rapporti di convivenza nella giustizia e nell'amore'', ha detto Francesco ricordando un passo dell'enciclica Pacem in Terris. ''Una catena di impegno per la pace unisca tutti gli uomini e le donne di buona volonta'! E' un forte e pressante invito che rivolgo all'intera Chiesa Cattolica, ma che estendo a tutti i cristiani delle altre Confessioni, agli uomini e donne di ogni Religione e anche a quei fratelli e sorelle che non credono: la pace - ha aggiunto Francesco - e' un bene che supera ogni barriera, perché e' un bene di tutta l'umanita'''. (Sin/Opr/Adnkronos) 01-SET-13 17:19 NNNN  


    0 0

    Traffico intenso su diverse arterie stradali e autostradali nei pressi della capitale in occasione del controesodo di fine estate. Per un'incidente sull'A1 si sono formati sei chilometri di coda tra Ferentino e Colleferro in direzione Roma. Sull'Aurelia traffico intenso anche tra Civitavecchia (Km 70) e lo Svincolo Aurelia A12 Roma - Civitavecchia (Km 81,5) in direzione Grosseto. Sull'A24 Roma-Teramo traffico rallentato tra lo svincolo di Settecamini al Gra e nel tratto urbano disagi tra il Raccordo e lo svincolo di Tor Cervara e da Portonaccio e la tangenziale Est in direzione centro. Verso la capitale code sulla diramazione Roma Nord all'altezza della barriera di Roma Nord. Rallentamenti anche sulla diramazione Roma Sud tra lo svincolo di Torre Nova e il Gra. Così anche sulla Pontina da Latina a Borgo Piave. Tra Ariccia e Albano Laziale si viaggia a rilento anche sull'Appia. Incidente sulla via Pontina all'altezza del chilometro 20 rallenta il traffico tra Castel Romano e Pratica di Mare in direzione di Roma. Rientrati nella capitale i disagi nella galleria Giovanni XXIII dove si è verificato un incidente tra due autovetture nel primo pomeriggio tra via del Foro Italico e via Pineta Sacchetti in direzione di quest'ultima. Attivato dalle 18 un senso unico di marcia tra piazzale di Ponte Milvio in via del Foro Italico in direzione della Tangenziale Est in occasione della partita di calcio che si sta disputando allo stadio Olimpico tra Roma e Verona. 

    CIRCOLAZIONE INTENSA - La circolazione sulla rete viaria nazionale è stata intensa ma regolare nel corso della mattinata sulle direttrici Sud-Nord soprattutto sull’A14 e sull’A1. Si ricorda che la fluidità della circolazione è comunque favorita dal divieto per i mezzi con massa complessiva superiore alle 7,5 t in vigore dalle 7 di questa mattina e fino alle ore 24 di oggi. La situazione del traffico registra: A14: Bologna – Ancona code a tratti tra tra Faenza e Bologna San Lazzaro e Valle Del Rubicone e Cesena per traffico intenso; A/22: Autostrada del Brennero: in direzione sud, rallentamenti con possibili code a tratti per traffico intenso tra Trento sud e Rovereto sud. Presso alcune aree di servizio strategiche per i flussi di traffico (AREA DI SERVIZIO LIMENELLA OVEST – A4 KM 355; AREA DI SERVIZIO CANTAGALLO EST – A1 KM 199; AREA DI SERVIZIO PRENESTINA EST – A1 KM 566) sono stati posizionati i tre Pullman Azzurri della Polizia di Stato, normalmente impiegati per l’educazione stradale, per dare assistenza agli utenti in sosta e fornire informazioni sulla viabilità in tempo reale.

    SICUREZZA IN VIAGGIO - Gli agenti inoltre sono a disposizione dei turisti per consigli e domande che riguardano la sicurezza in viaggio, come le cinture di sicurezza, gli pneumatici o la sistemazione dei bagagli. In alcune aree di servizio sono presenti anche i Reparti cinofili per dare consigli sul trasporto degli animali a bordo. Il fine settimana è stato caratterizzato da tempo stabile e temperature assestate su valori tipicamente tardo-estivi, salvo lo sviluppo di qualche rovescio o temporale, a prevalente evoluzione diurna, lungo l’arco alpino e prealpino e sulla dorsale appenninica settentrionale, specie nella giornata odierna. Solo sulle isole maggiori e sulla Calabria si manifesteranno condizioni di spiccata instabilità, dove nella giornata odierna si riproporrà l’innesco di temporali anche piuttosto intensi.
    Sulla base delle previsioni disponibili e di concerto con tutte le Regioni coinvolte, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse, che prevede precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale su Sardegna e Sicilia. Le precipitazioni – che localmente avranno carattere molto intenso – saranno accompagnate da grandinate, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. 

    OLTRE 600MILA SU TRENI - Quanto alla circolazione ferroviaria, sono più di 600mila i passeggeri in viaggio sulle Frecce e sui treni nazionali di Trenitalia in questo ultimo weekend di agosto. La maggior parte dei viaggiatori fanno ritorno nelle grandi città e aree metropolitane (in particolare Roma, Milano, Napoli, Torino, Bologna e Firenze) dai luoghi di vacanza, ma non manchano le ultime partenze verso le località balneari, soprattutto Puglia e Calabria, e le città d’arte, oltre alle presenze sui treni regionali per gite giornaliere.

    AUMENTO DEL TRAFFICO IN SERATA - Nel corso della mattinata il traffico e' stato intenso sulla rete stradale e autostradale Anas, per gli ultimi rientri dalle localita' di villeggiatura. Nel primo pomeriggio, invece, il volume dei transiti e' calato, ma si prevede un aumento dopo la pausa di pranzo. Fino a questa sera, quindi, la circolazione sara' piu' intensa sia per gli spostamenti di lunga percorrenza in direzione delle aree metropolitane, sia per i rientri dal weekend. Il traffico e' rimasto intenso sulla statale 16 'Adriatica' per tutta la mattinata tra Marche e Abruzzo, sulla statale 7 'Appia' nel Lazio, sulla statale 36 in Lombardia, ai valichi di frontiera, sulle strade e autostrade siciliane e sulle principali statali di Calabria e Campania, in particolare, sulla statale 107 'Silana Crotonese', sulla 106 'Jonica' e sulla statale 18 'Tirrena Inferiore' in entrambe le regioni. In queste ore, invece, la circolazione e' in aumento sulle statali della costiera Amalfitana e della penisola sorrentina. Anche sulla A3 Salerno-Reggio Calabria la giornata e' stata caratterizzata da traffico intenso, ma regolare con una maggiore concentrazione dei volumi ditraffico ai confini tra Calabria e Basilicata per i flussi veicolari provenienti dalla costa tirrenica e jonica e dalle localita' turistiche di Sibari.


    0 0

    E' in gravissime condizioni il pilota che era a bordo dell'ultraleggero precipitato a Capena, a nord della Capitale. La torre di controllo aveva perso i contatti con l'aereo e il 118 di Roma aveva avviato le ricerche. Sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco per estrarre l'uomo dalle lamiere, trasportato poi in eliambulanza in codice rosso al Policlinico Gemelli.


    0 0

    Tafferugli e cariche della polizia all'esterno dello stadio Olimpico, prima dell'inizio della partita tra Roma e Verona. Un gruppo di 70 ultra' giallorossi ha atteso l'arrivo dei pullman di tifosi del Verona all'esterno della curva nord, lanciando sassi e petardi dall'esterno dei cancelli e tentando poi di scavalcarli. C'e' stata una carica di alleggerimento della polizia per evitare il contatto tra tifoserie. In precedenza, in piazza della Farnesina la polizia di Stato ha fermato due giallorossi trovati con un coltello e delle bombe carta.

    3 DENUNCIATI, UNO È MINORENNE - Sono un maggiorenne e un minorenne i due tifosi della Roma bloccati prima dell'inizio della partita. I due, sono stati sorpresi nei parcheggi di Piazzale della Farnesina, nelle vicinanze degli ingressi settore ospiti, in possesso di 2 bombe carta, un sasso, uno scaldacollo e di un coltello multiuso con lama di 7 centimetri. Entrambi sono stati denunciati in stato di libertà e daspati: tre anni per il maggiorenne e due anni per il minorenne. Un tifoso dell’Hellas Verona è stato denunciato in stato di libertà per aver aggredito uno steward durante le fasi di prefiltraggio in ingresso del settore ospiti.

    8 STEWARD CONTUSI - Otto steward in servizio sono rimasti contusi. Le lesioni sono derivate da intemperanze degli spettatori Veronesi. Uno degli steward, è stato trasportato al Policlinico Gemelli per ulteriori accertamenti. 


    0 0

    La Roma senza la curva Sud (squalificata per cori razzisti) stravince contro il Verona nella prima gara interna di questa nuova stagione. Un 3-0 che non lascia spazio a dubbi e che lancia Garcia in cima alla classifica.

    LA CONFERMA- Dopo il 2-0 a Livorno, nella capitale si attendeva la prova del nove contro una squadra che da neopromossa aveva stupito tutti battendo il Milan alla prima giornata e la risposta della Roma è stata positiva. Il Verona è avversario veramente poco probante ma la squadra di Garcia è sembrata tonica e ben organizzata in campo. Garcia - che ha voluto spostare la panchina giallorossa dalla parte della Curva Sud, un cambio che ha portato fortuna, e stavolta non ha usato il telefonino - alla vigilia aveva definito la partita di oggi ''molto importante” e ha deciso di schierare da subito Strootman al centro e Gervinho in avanti, a fianco di Totti e Florenzi. Sul risultato finale pesano le prestazioni di molti nuovi giocatori, da Maicon molto attivo a Strootman onnipresente, a Ljaic subito in gol, e dei vecchi pilastri come De Rossi e Pjanic, autore quest’ultimo di un gran gol su pallonetto e ovviamente Totti, sempre ispirato e ispiratore.

    SQUADRA AGGRESSIVA- La gara si era aperta benissimo per i giallorossi, con Florenzi al 3' lanciato in area da De Rossi capace di non centrare la porta a due passi da Florenzi. Il gol mancato ha inciso sul giocatore, poco brillante fino al cambio con Ljaijc a inizio ripresa, ma anche la Roma non ha fatto molto, un po’ per il corretto lavoro dell'ordinata squadra di Mandorlini, un po’ per una lentezza congenita nella manovra. Rafael ha rischiato su tiri da fuori di De Rossi, Pjanic e Strootman, ma lo 0-0 non era ingiusto.

    RIPRESA AD ALTI RITMI- Nella ripresa, giocata a ritmi un po’ più sostenuti, la Roma ha sbloccato il risultato al 12' grazie ad una sfortunata deviazione di Cacciatore sul cross teso sul secondo palo di Maicon. Il tripudio dello stadio per il gol ha risvegliato i giallorossi, che hanno cambiato marcia, aiutati anche dall'ingresso dell'ex viola. Pjanic si è preso il palcoscenico al 15', con un pallonetto perfetto, e sul 2-0 non c'è stata più storia. Ljaijc ha fatto tris al 21' con un bel tiro da fuori area, ravvivando ancor più le aspettative nei suoi confronti. La Roma ha poi sfiorato anche il poker, ma i tifosi erano comunque contenti così. Vincere con due neopromosse non è garanzia di successo, ma aiuta, visto anche tutti i punti sprecati con le piccole dalla Roma nelle stagioni precedenti. Ora due settimane di lavoro intenso aiuteranno ancora Garcia. Le aspettative sono alte.


    0 0

    ''Abbiamo fatto una partita intelligente, mi è piaciuto l'equilibrio di squadra messo in campo. È un buon inizio". Rudi Garcia si gode la partenza netta della sua Roma che, dopo il debutto vincente a Livorno, supera alla prima all'Olimpico anche il Verona con un netto 3-0. A sbloccare il risultato, dopo un inserimento di Maicon, è stato un autogol di Cacciatore.  

    CONTENTO PER LJAJIC- 'Il primo gol è sempre più importante in questo tipo di partite dove l'avversario gioca bene in difesa ed è forte in contropiede - le parole del tecnico francese - Col raddoppio di Pjanic, di grande classe, abbiamo fatto il break, e sono contento per la prima rete di Ljajic''. ''Lo scorso anno non c'ero e non posso dire cosa è cambiato. Io ai miei giocatori ho detto che devono aiutarsi, giocare di squadra, ma anche con entusiasmo - aggiunge Garcia - Se giochiamo con la testa, mettendo in campo la gioia di difendere e attaccare insieme, allora siamo una buona squadra". Che può contare su un centrocampo di grande livello: ''De Rossi e Pjanic? Per il mio gioco il centrocampo è fondamentale e lì abbiamo giocatori forti. Non dimentico Strootman, e anche Bradley che a Livorno ha fatto una partita enorme. Abbiamo molte soluzioni a centrocampo".

    ATTACCO MOBILE- Meno in attacco dove Borriello, in uscita dalla Capitale (destinazione Genoa), potrebbe lasciare il posto a Quagliarella. ''Mercato? Che vuol dire mercato? - risponde però Garcia a chi gli chiede di acquisti e cessioni dell'ultim'ora - Se mi serve un centravanti? Ne abbiamo tre. Totti, con due veloci sulle fasce va bene così. Abbiamo anche Borriello. E aspettiamo Destro. Non gioco con un ruoli fissi in attacco, ma con giocatori che si possono scambiare le posizioni per non dare certezze alle difese avversarie". Esattamente quello che è avvenuto contro il Verona di Mandorlini, onesto nell'ammettere la superiore forza della Roma. ''È mancata la stessa voglia di ripartire e far male che c'era stata col Milan. Siamo stati un po' timidi nel primo tempo anche se non abbiamo rischiato tanto - l'analisi del tecnico gialloblù - Abbiamo tenuto per un'ora, poi la qualità della Roma ha fatto la differenza. Ha tutto per competere con le squadre più forti del campionato". Grazie alle giocate di Totti (''è sull'unico grande campione italianò') e alla classe di Pjanic: ''Il primo gol è stato un episodio, c'è stata una deviazione netta - ricorda Mandorlini - Mentre il grandissimo gol di Pjanic ha chiuso la partita. Il calcio è arte e lui ha fatto una cosa da grandissimo giocatore, un capolavoro, per questo mi sono alzato ad applaudirlo".

    MAICON CONVINCENTE- Tanti applausi, però, ha ricevuto anche Maicon, determinante nell'azione da cui è scaturito il vantaggio giallorosso. ''Sono veramente emozionato per l'affetto della gente. Lo dedico a loro, li ringrazio per la fiducia che mi hanno dato - confessa il brasiliano - Vogliamo fare un anno importante e partire con due vittorie prima della pausa è fondamentale. Dobbiamo tenere questo atteggiamento e continuare a lavorare così''.


    0 0

    Momenti di paura per un 33enne in una piscina a Sacrofano, vicino alla Capitale. Il giovane ha perso i sensi dopo essersi tuffato perche' ha impattato con la testa contro il fondo o la parete interna della piscina. Il 33enne, che ha un grave trauma cranico e dorsale, e' stato soccorso da un elicottero del 118 di Roma e trasportato in codice rosso al policlinico Gemelli.


    0 0

    Una viabilità un po' più trafficata in questo primo lunedì di settembre intorno al tratto di via dei Fori Imperiali pedonalizzato. Rispetto all'inizio della scorsa settimana, oggi i tanti turisti che continuano a girare con il naso all'insù per osservare al meglio il Colosseo devono fare un po' più di attenzione. La città sta tornando lentamente alla normalità e molto presto, il 9 settembre, con la riapertura delle scuole, ci sarà il vero test che metterà alla prova la pedonalizzazione.  "Scala di un paio di settimane la 'prova traffico' sulla pedonalizzazione - spiegano alcuni vigili - Attendiamo presumibilmente il 9 settembre quando riapriranno le scuole per un 'test' più reale".

    LA 'SORPRESA' - E con il "ritorno alla normalità" per molti cittadini c'è proprio la pedonalizzazione come "sorpresa del rientro". "Non sapevo nulla - afferma stupita una signora - Sono stata parecchio in ferie e oggi mi tocca fare i conti con questa bella sorpresa". "Ma quando è successo tutto ciò?" chiede sorridendo una ragazza ad una vigilessa. "C'è molto stupore fra i romani che rientrano dalle ferie e che magari hanno 'staccato' per parecchio la spina. - spiegano alcuni vigili - Adesso bisognerà che tutti i romani prendano consapevolezza di questa 'novità, se per loro di novità si tratta, e poi si vedrà". Intanto la prova del nove è vicina.

    L'INCONTRO COMUNE-COMMERCIANTI - Intanto si terrà oggi alle 15 all'assessorato della Mobilità in via della Greca un incontro tra il Comune e i commercianti che esercitano nella zona per discutere della chiusura al traffico privato dei Fori Imperiali e delle problematiche che questa decisione potrebbe procurare alle attività commerciali. Nella giornata si riunirà anche la Commissione Commercio, che ascolterà i rappresentanti delle associazioni di categoria.

    LA RELAZIONE DEI TECNICI - Prima dell'incontro di oggi il Comune ascolterà la relazione dei tecnici dell’agenzia della Mobilità "sull’andamento delle scelte propedeutiche alla chiusura dei Fori per capire se stanno creando o meno problemi e per permetterci di incontrare poi alle 15 i commercianti con i quali ci sarà un confronto sui dati e per tentare insieme di trovare soluzioni ai problemi che ci porranno. L’idea è quella di capire quali sono i problemi di questi nostri imprenditori romani e vedere di trovare soluzioni alternative”, ha spiegato Orlando Corsetti, presidente della commissione Commercio del Campidoglio.

    IL 12 MANIFESTAZIONE CONTRO LA "FINTA PEDONALIZZAZIONE" - E per giovedì 12 alle 16 in via Labicana, angolo Chiesa San Clemente, si terrà la prima manifestazione di protesta per dire "no alla scellerata, incomprensibile scelta del Campidoglio e del I Municipio di stravolgere la viabilità sullo storico ed archeologico quadrante del Colosseo, per fare una pedonalizzazione che non c'è. Infatti, come avevamo anticipato più volte, il piano dei Fori andava attuato in modo graduale seguendo le nostre tre proposte, purtroppo respinte dal Campidoglio", dichiarano Marco Veloccia, presidente Comitato Difesa via Labicana-Celio e Augusto Caratelli, presidente Comitato Difesa Esquilino-Monti Roma Caput Mundi. "Non vorremmo che finisse come 15 anni fa, quando all'Esquilino con la scusa della nuova viabilità, fallirono centinaia di negozi tradizionali anche di prima necessità per il tracollo degli incassi rispetto al costo degli affitti. Alcuni mesi dopo - concludono Veloccia e Caratelli - ecco che giunse la comunità cinese, rilevando in poco tempo 250 attività commerciali. Ciò che è accaduto all'Esquilino nord non vorremmo che accadesse all'Esquilino sud. Le barricate sono pronte". Alla manifestazione hanno aderito altri due comitati, il Comitato Difesa San Saba-Aventino con il presidente Valerio Lipardi e l'Associazione Ripa con il presidente Fabrizio Sequi e diverse realtà commerciali di via Merulana.

    IL QUESTIONARIO - Entro il 3 settembre saranno resi noti i risultati del questionario, sviluppato dall’Agenzia della Mobilità, in collaborazione con gli assessorati alla Mobilità e Roma Produttiva del Campidoglio, per raccogliere suggerimenti e proposte dai residenti e dai commercianti sulla pedonalizzazione. Circa un migliaio di intervistati hanno potuto registrare eventuali criticità rilevate “sul campo”, come doppie file, ingorghi di particolare rilevanza e frequenza ad incroci o snodi, disponibilità di posti auto e moto. "Con l’analisi qualitativa dei risultati, definita entro il 3 settembre, l’amministrazione capitolina intende, al termine di questi primi giorni di sperimentazione, migliorare e risolvere le normali problematiche che ogni nuova iniziativa comporta, soprattutto in tema di viabilità", ha fatto sapere il Comune.


    0 0

    Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato un 21enne polacco e due romani di 32 anni, questi ultimi già conosciuti alle forze dell’ordine, per aver aggredito una 21enne romana nel piazzale Flavio Biondo, davanti alla stazione Trastevere.

    L'AGGRESSIONE - L’episodio è accaduto ieri sera quando la giovane è stata avvicinata dai tre e uno di loro l’ha minacciata con un coltello allo scopo di rapinarle la borsa. La vittima si è opposta ed è riuscita a far desistere i tre che prima di fuggire l’hanno malmenata con calci e pugni. La 21enne, terrorizzata, ha chiamato il 112 e la pattuglia dei carabinieri che era nelle vicinanze ha subito raggiunto e soccorso la ragazza che ha fornito la descrizione dei suoi aggressori.

    LE RICERCHE E L'ARRESTO - Sono scattate le ricerche e poco dopo i tre sono stati intercettati non molto distante dal luogo del fatto ed arrestati con l’accusa di tentata rapina aggravata. Lo straniero è stato anche denunciato a piede libero per porto di strumento atto ad offendere poiché trovato in possesso di un cacciavite e del coltello con il quale aveva minacciato la giovane. Gli arrestati saranno processati con il rito per direttissima. La ragazza, invece, è stata medicata presso l’ospedale San Camillo per una ferita al braccio e se la caverà in 5 giorni.


    0 0

    La vittima ha telefonato al 113 raccontando di aver avuto una lite con il figlio durante la quale il giovane ad un certo punto ha tirato fuori una pistola e lo ha minacciato. Quando gli agenti sono arrivati a casa dell’uomo, hanno appreso anche che l’aggressore, F.G. di 22 anni, dopo aver danneggiato alcuni infissi dell’appartamento e minacciato il padre con l’arma, era scappato nei campi vicini.

    L'ARRESTO - I poliziotti, con l’aiuto di una pattuglia dei carabinieri hanno così iniziato a fare una battuta nelle zone vicine ma senza riuscire a rintracciare il giovane.
    Più tardi, altro personale del Commissariato, avendo l’esatta descrizione del giovane, l’hanno notato in via Silvio Pellicoa Lariano ed hanno così proceduto a fermarlo per un controllo. Quando hanno capito che era proprio il ragazzo ricercato, i poliziotti lo hanno condotto nella sua abitazione per la ricerca della pistola.
    La perquisizione, a cui ha partecipato anche una squadra operativa dei cinofili, è stata estesa anche ai campi limitrofi oltre che all’abitazione stessa, ma con esito negativo. Il giovane, già condannato nel gennaio di questo anno per reati specifici, dopo essere stato accompagnato negli uffici del Commissariato, è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia, minacce aggravate e danneggiamento. Proseguono le indagini per il ritrovamento della pistola.


    0 0

     "Non abbiamo ancora fatto nulla, il cammino è appena cominciato ma siamo contenti che quanto fatto fino ad ora sia positivo, è il presupposto per fare ancora meglio". Il direttore generale della Roma, Mauro Baldissoni, commenta così ai microfoni di 'Radio anch'io Sport' su Rai Radio 1 l'avvio di stagione della squadra giallorossa a punteggio pieno dopo le prime due giornate di campionato.

    GARCIA UOMO GIUSTO- "Siamo molto soddisfatti del lavoro di Garcia che aveva già dimostrato di essere un tecnico importante in Francia. Ogni scelta implica coraggio, quello che la Roma ha cercato di fare è portare avanti un'idea di gioco positiva. La società ha deciso di continuare con una scelta di gioco propositivo che in passato è stata meno fortunata -prosegue Baldissoni-. Tutto quello che si vede in campo è frutto del lavoro di tante persone, sicuramente nelle due stagioni precedenti abbiamo sofferto qualcosa ed è in parte comprensibile dopo una rivoluzione tecnica della squadra. Il lavoro però va visto in una prospettiva di crescita: la nuova proprietà ha parlato di un periodo a medio-termine, di 5 anni, e questo è l'inizio della terza stagione. Garcia sta dimostrando di essere un uomo nuovo capace di esprimere al meglio il valore messogli a disposizione". "C'è un'idea che questa nuova proprietà sta tenendo ed è quella di fare un gioco divertente e produttivo, un gioco che possa esaltare anche lo spettacolo. È talmente vero che stiamo per avviare un programma anche per il settore giovanile che andrà in questa direzione, certificare una identità di gioco che vale per tutta la Roma", sottolinea Baldissoni. 

    DE ROSSI E' LA ROMA- Baldissoni si sofferma poi su Daniele De Rossi ribadendo che resterà nella Capitale. "La società non intende accettare offerte su Daniele così come Daniele non ha intenzione di lasciarci. Vogliamo riscattarci assieme, Daniele è parte integrante della Roma". Spazio poi a una valutazione del neo acquisto Lalem Ljajic. "Si tratta di un giocatore importante, è giovanissimo ma ha già dimostrato di essere in grado di incidere. Il rinnovo di contratto di Totti? Questa è un ansia mediatica più che reale, lui è tranquillissimo in campo e noi siamo altrettanto sereni. L'accordo avverrà senz'altro e presto", prosegue il dirigente giallorosso. Infine una valutazione che le società devono tenere contro i fenomeni di violenze negli stadi. "Abbiamo istituito un settore per famiglie e bambini ed è stato un successo. Inoltre la Roma evita di commentare eventi di campo che non siano tecnici, di lamentarsi di errori arbitrali e qualsiasi atteggiamento che possa avere un impatto negativo sui tifosi. E questo dovrebbero farlo tutti nel calcio".

    MERCATO- Oggi alle 11 di sera si chiude la finestra estiva del mercato. La Roma sta ancora cercando di piazzare alcuni giocatori, primo fra tutti Borriello sempre più vicino al Genoa. In entrata le ultime voci vedono in Quagliarella l'uomo giusto individuato per andare a rinforzare l'attacco di Garcia orfano di Lamela e Osvaldo.


    0 0

    Un gruppo di ultras della Roma si è reso protagonista di un episodio di violenza al termine della sfida contro il Verona, vinta 3-0 dalla formazione di Rudi Garcia. Il pullman che trasportava i giocatori e lo staff tecnico-dirigenziale dell'Hellas è stato colpito da sassi e spranghe che hanno mandato in frantumi alcuni finestrini. Le persone a bordo, fortunatamente, non hanno riportato ferite ma il bus non è potuto ripartire e la squadra è stata costretta a trascorrere la notte nella capitale.

    LA REAZIONE- Durissimo il commento di Maurizio Setti, presidente del Verona: "È un fatto di gravità inaudita, è spiacevole commentare certi episodi. Per miracolo non si è fatto male nessuno, esprimo solidarietà al nostro allenatore, allo staff tecnico e a tutti i calciatori presenti sul pullman che si sono spaventati tantissimo. Il calcio delle spranghe e delle pietre non ci appartiene, un fatto grave era già successo a Palermo contro i nostri tifosi e oggi si è ripetuto addirittura contro la squadra. Bisogna trovare dei rimedi e ci vogliono pene esemplari per chi adotta comportamenti delinquenziali".  

    LA ROMA-  ''Alla luce dell'aggressione subita ieri dagli steward in servizio presso lo stadio Olimpico e di quella perpetrata ai danni del pullman della squadra ospite, la Roma esprime solidarietà ai propri addetti alla sicurezza e all'Hellas Verona e condanna ogni forma di violenza''. E' la posizione della Roma sui fatti successivi al match di ieri. "Il club, da parte sua - conclude la nota della società giallorossa - continuerà ad impegnarsi nella promozione di messaggi volti al rispetto, al fair play e ai valori che devono animare il mondo dello sport''.


    0 0

    Qualche mese fa un 30enne di Acilia, sposato e con una figlia di appena 14 mesi, esasperato dai problemi economici per la mancanza di lavoro, ha deciso di rivolgersi a un pregiudicato 24enne di Ostia ottenendo un prestito di 1.400 euro, con l’accordo che avrebbe restituito la somma a rate, con interessi finanche di 50 euro al giorno nel caso di ritardi sui pagamenti.

    LA DENUNCIA - L’altro ieri sera, poco prima della mezzanotte, l’uomo, esasperato per le continue minacce del giovane pregiudicato, ha contattato il 112 segnalando che lo stesso si aggirava malintenzionato sotto la sua abitazione, in compagnia di un altro ragazzo. In pochi attimi sono intervenute sul posto due pattuglie del Nucleo Radiomobile di Ostia che, dopo un breve inseguimento, hanno bloccato i due giovani, peraltro a bordo di uno scooter Honda SH poi risultato rubato. I militari sono riusciti ad accertare le gravissime minacce che l’uomo riceveva da alcuni giorni sul proprio cellulare, rivolte anche ai suoi familiari. Il giovane pregiudicato e il complice di 22, entrambi residenti ad Ostia, sono stati denunciati per usura, tentata estorsione e riciclaggio. Sono ora in corso accertamenti per verificare eventuali altre vittime del prestito usuraio dei due.


    0 0

    Giornata ricca di scontri casalinghi quella che ha caratterizzato la prima partita della nuova stagione A brillare su tutti l’Astrea che ha vinto contro la Lupa Roma (anche se di misura), l’Isola Liri fuori casa contro il Cynthia e il Palestrina che ha espugnato il campo del Fondi.

    GIRONE E
    ASTREA-LUPA ROMA (3-2)  Esordio Amaro per la Lupa Roma che soccombe ad una Astrea già in formato campionato. Sconfitta per 2-1 dai padroni di casa la Lupa è apparsa imprecisa nelle conclusioni e ancora sotto tono. La partita si decide tutta nel secondo tempo con l’Astrea che aumenta i ritmi e passa in vantaggio al ’13 con Mollo. Ridotta in dieci per l’espulsione di Briotta (doppio giallo) la squadra di Cucciari prima viene raggiunta sul pari con un gol di Raffaello poi recupera e vince con una grande prodezza di Giuntoli.

    CYNTHIA-ISOLA LIRI (2-3) Partita al cardiopalma quella dell’Isola Liri che in casa del Cynthia si è imposta per 2-3 solo nei minuti di recupero contro i padroni di casa. Uomo gol è stato Caligiuri al termine di un match aperto ad ogni risultato. Il primo tempo, poco esaltante a dire il vero con squadre più attente a studiarsi che a fare gioco, si è chiuso in parità con le reti di Giglio e Meacci su rigore. Ripresa ad alti ritmi con un Cynthia arrembante e che passa subito in vantaggio con gol di Ronca. Isola Liri reagisce ma solo nel finale prima raggiunge i padroni di casa con Poziello (’38) e poi li supera con Caligiuri (al ’46).

    I RISULTATI
    Arzachena-Latte Dolce 1-1 (18' st Spanu, 26' st Delizos)
    Astrea-Lupa Roma 2-1 (13' st Mollo, Raffaello, 41' st Giuntoli)
    San Cesareo-Terracina 2-1 (28' pt Del Vecchio, 1' st Varchetta, 20' st Longobardi)
    Cynthia-Isola Liri 2-3 (25' pt Gigli, 37' pt Patrini su rigore, --, 39' st Poziello, 45' st Caligiuri)
    Fondi-Palestrina  0-1 (8' st Gallaccio)
    Sora-Giada Maccarese 2-0 (13' pt Mucciarielli)
    Nuova S. Maria delle Mole-Anziolavinio 2-2 (34' pt Bendia, 14' st Delgado, 25' st Bianchini su rigore, 29' st Cardoni)
    Porto Torres-Budoni 1-4
    Selargius-Olbia 0-2 (12' pt Aloia, 24' st Di Gennaro)

    GIRONE G
    OSTIA-FOLIGNO (0-1) Brava ma inconcludente l’Ostia mare perde la prima in casa senza però meritarlo. Schiacciata dal pressing avversario la squadra romana subisce il gol nel primo tempo da Bevilacqua ed è costretta ad una partita tutta salita. Beneficiata di un calcio di rigore, sprecato, la squadra di Caputi è sembrata troppo imprecisa sotto porta.

    DERUTA-FLAMINIA (1-2) Esordio migliore non poteva immaginarlo invece i Flaminia C. che vince fuori casa nel campo del Deruta. Passata in vantaggio al ’40 con gol di Polidori la squadra laziale mette alle corde il Deruta che agguanta però il pareggio nella ripresa con gol di Venanni (’29). La reazione degli uomini di Puccica non si è fatta attendere e al ’31 con De Palma riporta in vantaggio il Flaminia.

    I RISULTATI
    Deruta-Flaminia Civitacastellana 1-2 (35' pt Polidori, 18' st Ventanni, 20' st De Paola)
    Narnese-Trestina 1-1 (34' pt Mancini su rigore, 37' st Raggi)
    Colligiana-Gualdocasacastalda 1-1 (25' pt Gramaccia, 9' st Mitra su rigore)
    Ostiamare-Foligno 0-1 (17' pt Bevilacqua)
    Pistoiese-Bastia 6-0 (20' pt Bigoni, 46' pt Buglio su rigore, 5' st Peluso, 15' st Peluso, 32' st Collacchioni, 45' st Minicleri)
    Pontevecchio-Jolly Montemurlo 1-1 (26' pt Ceccarelli, 30' pt Missaglia)
    Sansepolcro-Fiesolecaldine 2-1 (12' pt Moretti, 38' st Gorini su rigore, 48' st Sanni)
    Voluntas Spoleto-Pianese 1-3 (25' pt Zuppardo, 43' pt Gammaidoni, 1' st Ancione, 28' st Zuppardo)
    giocata ieri:
    Scandicci-Arezzo 0-0


older | 1 | .... | 245 | 246 | (Page 247) | 248 | 249 | .... | 324 | newer